Sconfitta al Foro Italico. Niente rimonta per la Pallanuoto Trieste

Ray petronio della Pallanuoto Trieste

Notizia inserita il 23/02/2017

Nel recupero della prima giornata di ritorno del campionato di serie A1 maschile, la Pallanuoto Trieste è stata sconfitta al Foro Italico di Roma dalla Vis Nova (13-11). Gli alabardati hanno prodotto una prestazione dai due volti: scialbi e poco grintosi per quasi 30' di gioco, aggressivi nella parte finale di gara. Ma a differenza di Torino questa volta la rimonta non si è concretizzata. "Complimenti alla Vis Nova per l'importante vittoria - afferma il direttore sportivo della Pallanuoto Trieste Andrea Brazzatti a fine gara - noi invece abbiamo completamente sbagliato l'approccio alla gara. Bassi sull'acqua e molli per tre tempi e mezzo, solo nell'ultima parte del quarto periodo ho visto la squadra che piace a me. Eppure sarebbe bastato giocare con un pizzico di determinazione in più fin dall'inizio, e magari buttare dentro una delle tantissime superiorità che abbiamo avuto a disposizione, per restare in partita". E così il sesto posto resta a 5 punti di distanza.

La Roma Vis Nova deve rinunciare all'allenatore Ciocchetti squalificato e al capitano Innocenzi bloccato dall'influenza. Piccardo invece inserisce Petronio nel sette titolare, nonostante l'infortunio patito sabato scorso con lo Sport Management. I padroni di casa sbloccano la situazione con Vittorioso in situazione di superiorità numerica. La Pallanuoto Trieste reagisce con Ferreccio (1-1) e Obradovic (1-2), ma la Roma Vis Nova è infallibile con l'uomo in più. I capitolini impattano con Jerkovic, firmano il sorpasso con Delas e poi a 2'' dalla fine del primo periodo Briganti insacca dalla distanza il pallone che vale il 4-2.

In apertura di seconda frazione la Pallanuoto Trieste torna sul -1 (4-3) con un bel gol di Vukcevic dal palo in situazione di uomo in più, ma da qui in poi gli alabardati sbaglieranno tutte le superiorità numeriche, almeno fino al quarto periodo. La Roma Vis Nova è molto più cinica in attacco. Gobbi firma tre gol in rapida successione, due rigori di Elez mantengono Trieste in linea di galleggiamento (7-5 a 42'' dalla fine del tempo), ma un gol a fil di sirena permette alla Vis Nova di andare al cambio di campo avanti di 3 (8-5).

Nel terzo periodo ci si aspetta la reazione degli alabardati, invece la Vis Nova vola al massimo vantaggio (9-5) con Briganti. Rocchi accorcia, ma il solito Gobbi riporta i capitolini sul +4 (10-6), prima del gol del numero otto in calottina blu che fissa il risultato sul 10-7 con 8' ancora da giocare. Nel quarto periodo Trieste cerca con coraggio una rimonta quasi impossibile. Il solito Gobbi sigla l'11-7 che sembra chiudere i giochi. Ci pensano Petronio (doppietta) e Di Somma con un parziale di 0-3 a rimettere le cose (quasi) a posto: 11-10 a 4'40'' dalla fine. Negli ultimi minuti si sbaglia tanto, da entrambe le parti del campo. Vittorioso sigla il 13-10 per la Roma Vis Nova, subito dopo Vukcevic scrive 13-11. Trieste avrebbe almeno tre occasioni per pareggiare, ma manca la lucidità necessaria.

"Abbiamo commesso tantissimi errori - spiega Stefano Piccardo - in ogni situazione di gioco, in attacco, in difesa, ad uomini pari, in superiorità e inferiorità. E nonostante questo abbiamo rimontato e potevano pure pareggiare. Costruiamo tanto gioco, ma finalizziamo pochissimo, anche quando ci troviamo sui 2 metri davanti al portiere. Adesso però giriamo pagina e pensiamo alla trasferta di mercoledì". Il 22 febbraio infatti si gioca il turno infrasettimanale e la Pallanuoto Trieste sarà impegnata a Genova contro il Quinto (ore 20.00).

ROMA VIS NOVA - PALLANUOTO TRIESTE 13-11 (4-2; 4-3; 2-2; 2-4)

ROMA VIS NOVA: Nicosia, Ciotti, Gobbi 5, Delas 1, Gianni 1, Bitadze, Jerkovic 1, Vittorioso 2, Vitola, Pappacena, Migliorati, Briganti 2, Brandoni. All. Calcaterra

PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik, Petronio 2, Ferreccio 1, Giorgi, Giacomini, Di Somma 1, Rocchi 2, Vukcevic 2, Elez 2, Mezzarobba, Obradovic 1, Vannella. All. Piccardo

Arbitri: Brasiliano e Ceccarelli

NOTE: usciti per limite di falli Briganti (R) nel terzo periodo e Gobbi (R) nel quarto periodo; superiorità numeriche Roma Vis Nova 8/12, Pallanuoto Trieste 4/16 + 2 rigori; spettatori 200 circa

Fonte: comunicato della Pallanuoto Trieste.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Sport'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!