Due iniziative di AgireOra a Trieste per sensibilizzare al rispetto per gli animali

Camapgna agnelli per una Pasqua vegan

Notizia inserita il 16/03/2018

Come ogni anno in questo periodo, l'associazione AgireOra Edizioni organizza a Trieste un'affissione di manifesti per invitare a una Pasqua senza crudeltà. Quest'anno la campagna si intitola "Sono tutti agnelli" e ritrae, accanto all'agnello, varie specie di animali d'allevamento, per dare forza a un messaggio nuovo: non è solo l'agnello che va salvato, ma anche tutti gli altri animali, che sono innocenti tanto quanto lui. E non solo a Pasqua, ma sempre.

Infatti, le tante iniziative portate avanti negli scorsi anni da molte associazioni sono riuscite a toccare il cuore e stimolare il senso di empatia di parecchie persone, che hanno smesso di consumare carne di agnello. E' bel risultato, ma non basta, perché se al posto dell'agnello viene ucciso un altro animale, non cambia nulla, il livello di violenza e di sofferenza è lo stesso. Dobbiamo salvare tutti gli animali, questo è il nostro messaggio. Non c'è ragione né giustificazione per ucciderli, ed è in nostro potere decidere di non farlo.

Dal 14 marzo sono stati affissi molti manifesti grandi da 140x200 cm e dal 19 marzo ne verranno affissi altri da 6x3 metri. Dichiarano gli attivisti di AgireOra: "Speriamo che con questa campagna molte persone decidano di seguire l'esortazione dei manifesti, 'Scegli la vita: non mangiare animali'. E' una scelta alla portata di tutti, facile da fare e in grado di salvare la vita a moltissimi animali.".

La seconda iniziativa di AgireOra a Trieste è la conferenza del prof. Gino Ditadi, che è già stato ospite in conferenze in città gli anni scorsi. Questa volta il professore in filosofia presenterà l'ultimo voluto che ha curato per AgireOra Edizioni: "Virtù e intelligenza degli animali". Il volume contiene due stupende opere di Plutarco, di bruciante attualità, giunte dal mondo antico: "I 'senza logos' possiedono la ragione" e "L'intelligenza degli animali".

L'incontro si terrà il 20 marzo 2018 alle ore 18 presso la Libreria Lovat, viale XX settembre 20 (c/o stabile Oviesse, terzo piano). Sarà lasciato ampio spazio per le domande del pubblico. Saranno disponibili il nuovo volume e le precedenti pubblicazioni di Gino Ditadi.

La conferenza è a ingresso libero e per qualsiasi informazione si può scrivere all'associazione AgireOra Edizioni: info@agireoraedizioni.org

Il volume, da poco pubblicato, è una bellissima edizione di testi straordinari e potenti, meravigliosamente utili nella battaglia per innalzare la civiltà e la vita, per difendere chi non ha difese.

Scrive Plutarco:

"Mai si vide un leone asservito ad un leone, né un cavallo ad un cavallo, per viltà, come un uomo è asservito ad un uomo, incline ad accettare la schiavitù, condizione che prende il nome dalla viltà.
Quanti degli animali, che gli uomini sono soliti prendere con lacci ed inganni, quelli ormai adulti respingono il cibo, resistono alla sete e preferiscono piuttosto la morte, che la schiavitù..."

Scheda del libro

Il prof. Ditadi, teorico del biocentrismo, Autore e Curatore di testi che privilegiano il rapporto filosofia-animalità dall'antichità ai nostri giorni, ha collaborato e ha tenuto lezioni presso l'Università degli Studi di Firenze con il filosofo americano Tom Regan, Autore di The Case fon Animal Rights, 1990, e di Defending Animal Rights, University of Illinois Press 2001, e con il Prof. Luigi Lombardi Vallauri (Università di Firenze); è autore e curatore di numerosi saggi di carattere storico e filosofico.

Oltre a questo nuovo volume, con AgireOra Edizioni ha pubblicato: "I filosofi e gli animali", che documenta la posizione rispetto alla "questione animale" di molti filosofi di ogni tempo; "Dissertazione sopra l'anima delle bestie - e altri scritti filosofici", un'importante opera filosofica, poco conosciuta e dimenticata, di Giacomo Leopardi, insieme ad altri testi filosofici del recanatese, messi in rapporto con le osservazioni di Arthur Schopenhauer e Friedrich Nietzsche; "Sul mangiar carne", l'opera di Plutarco, scritta tra l'80 ed il 90 dopo Cristo, che non è solo una indagine filosofica sul cibo carneo, ma una magnifica difesa di chi non ha difese.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Natura e Animali'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!