Mostra antologica: Il ricercare di Silvano Clavora

Quadro di Silvano Clavora

Notizia inserita il 28/12/2019

28 dicembre 2019 - 2 gennaio 2020
Art Gallery 2, via S. Servolo 6, Trieste

Da sabato 28 dicembre alle 18.30 è allestita all'Art Gallery 2 di Trieste (via S. Servolo 6) la mostra antologica intitolata "Il ricercare di Silvano Clavora", curata da Marianna Accerboni. La rassegna propone, attraverso più di una cinquantina di lavori, tra cui molti inediti, realizzati dall'artista secondo varie tecniche, una ricca testimonianza del suo operare dagli esordi a oggi.

Fino all'11 gennaio 2020 (orario: 16 - 19.30/ domenica e 1 gennaio chiuso/ info 335 6750946/ 335 5933855).

Dal figurativo d'inclinazione tradizionale, dipinto a olio su faesite negli anni Sessanta, e dal fine ed essenziale disegno a linea continua degli anni Settanta alle invenzioni dei decenni successivi, tra cui un particolare divisionismo e la pittura materica a tecnica mista degli anni Duemila, orientata sempre più verso l'informale.Pittore poliedrico e appassionato ricercatore, mediante l'evoluzione del proprio linguaggio Clavora offre in questa mostra al fruitore, in un percorso consequenziale e coerente, molteplici ed efficaci interpretazioni dell'essenza della sua creatività.

Varie sono le tematiche presenti nella rassegna, tra le quali il Carso, - scrive Accerboni - originalmente e prevalentemente interpretato nei suoi abissi secondo un taglio espressionista o fortemente materico, ma raccontato agli esordi secondo una raffigurazione tradizionale e una visione pittorica e grafica delicatamente neoromantica, ricca di cromatismi aderenti al reale e sottolineata da un segno incisivo e preciso. Linguaggio che negli anni Novanta si arricchisce di una tecnica d'ispirazione divisionista molto fresca, personale ed efficace.

Ricercatore immaginifico dalla produzione pittorica molto ampia, instancabile operatore e organizzatore culturale e docente di discipline artistiche, Clavora è anche autore di "invenzioni" che col passare del tempo si fanno a volte giocose e spesso ingegnose come quando, alla fine degli anni Novanta, dipinge ad acrilico su cristallo le forme carsiche, lasciando alcune zone prive di colore e quindi trasparenti, modificabili grazie all'interazione del fruitore con l'apposizione sul retro di cartoni di colori diversi.

Oltre al tema prediletto del paesaggio, espresso in tempi più recenti attraverso una sorta di "bassorilievo" pittorico enfatizzato dal rapporto tra il bianco e il nero, o per esempio dal dinamico e luminoso cromatismo di un'originale interpretazione di grandi dimensioni del Castello di Miramare, la mostra propone anche altre tematiche come la figura umana. Espressa spesso con vigore espressionista e con vivaci accenti di colore, a volte di sapore fauve, altre più morbidi e intimisti, in una ricerca a tutto tondo nell'ambito della pittura, transitando con abile leggerezza creativa e consequenzialità da un filone all'altro.

DOVE: Art Gallery 2 - via S. Servolo 6 - Trieste
QUANDO: 28 dicembre 2019 - 11 gennaio 2020
ORARIO: 16 - 19.30 / domenica e 1 gennaio chiuso
A CURA DI: Marianna Accerboni
CATALOGO: sì
INFO: 335 6750946/ 335 5933855

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Libri, Arte e Cultura'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!