Favole al telefono: 'La Tribù al telefono' e 'BIll. La Biblioteca della legalità'

Favole al telefono

Notizia inserita il 18/05/2020

LeggiAMO 0-18 propone "La tribù al telefono" e "Bill. La biblioteca della legalità" (a distanza). Perché le storie non si fermano e la lettura pone le basi per relazioni forti anche a distanza.

Le attività sono in corso a Udine, Buja, San Giorgio della Richinvelda, Rivignano Teor, Basiliano, Ampezzo, Paluzza, Tolmezzo, Villa Vicentina, Tavagnacco, San Vito al Torre, San Giorgio di Nogaro, San Daniele del Friuli (UD), Trieste, Staranzano, San Lorenzo Isontino (GO)

Il progetto di promozione della lettura LeggiAMO 0-18 della Regione Friuli Venezia Giulia è instancabile e in tempo di Coronavirus accorcia le distanze e continua a coinvolgere le giovani generazioni di tutte le province.

In queste settimane "La tribù al telefono" e "Bill. La Biblioteca della Legalità" (a distanza) stanno beneficamente invadendo le case di bambini e ragazzi dai 6 ai 18 anni, sotto la guida di Damatrà e grazie al prezioso supporto di una vasta rete di biblioteche e di scuole.

LA TRIBÙ AL TELEFONO

La tribù che legge fino allo scorso autunno vedeva delle magnifiche tende in stile Teepee accogliere bambini e adulti che leggevano insieme nei più diversi luoghi. Oggi, in tempo di Coronavirus, quell'attività è diventata La tribù al telefono: le biblioteche e gli insegnanti, guidati da Damatrà, si sono ingegnati e hanno coinvolto decine di ragazzi, trasformandoli in abili tribù di lettori e ascoltatori di storie!

Alcuni bambini (dagli 8 anni circa) scelgono delle storie e imparano per bene a leggerle ad alta voce. Quando sono pronti chiamano a casa altri bambini più piccoli (gli abbinamenti sono accuratamente scelti da maestri e bibliotecari) che nel frattempo si sono costruiti la loro personale tenda, capanna o rifugio (con coperte, lenzuola, tavoli, tappeti, manici di scopa, sedie...) e attendono - da brava tribù di ascoltatori, con genitori e fratelli - la magica telefonata. Tutte queste originali scenografie casalinghe e i tanti commenti lasciati dalle tribù di lettori ed ascoltatori sono raccolti in un diario quotidiano, di foto e parole, che si potrà vedere alla fine dell'esperienza.

A questa strana (ma emozionante!) avventura stanno partecipando con entusiasmo le bambine e i bambini delle scuole di Udine, Buja, San Giorgio della Richinvelda, Rivignano Teor, Basiliano, Fagagna, Ampezzo, Paluzza, Tolmezzo, Villa Vicentina, San Lorenzo Isontino e molte altre ne stanno facendo richiesta.

"Noi passiamo molto tempo al telefono con tanti singoli ragazzi, in particolare con i giovani lettori - che seguiamo perché possano sentirsi sicuri quando leggono agli amici più giovani - Spiega Tomâs di Damatrà. "I loro commenti sono fantastici: un lettore una volta ci ha confessato di aver letto la favola (per prepararsi) ben 17 volte! Un altro bambino, invece, si era costruito non una tenda ma un fortino, per lasciar entrare le storie e lasciar fuori il virus!"

BILL. LA BIBLIOTECA DELLA LEGALITÀ

A stimolare i ragazzi più grandi - sempre sotto l'attenta cura di Damatrà - è Bill. La Biblioteca della Legalità, anch'essa adattata alle nuove dinamiche dell'epidemia.

Bill. La Biblioteca della Legalità (il progetto nazionale di sensibilizzazione alla legalità e al senso civico, fatto proprio anche dalla Regione FVG) consiste in una grande valigia piena di libri dedicati al tema della legalità delle regole, della giustizia: questa valigia (con oltre 200 titoli) prima del Covid 19 girava in tutta la regione ed arrivava alle scuole, alle biblioteche, alle associazioni che la richiedevano.

Ora che anche la valigia deve rimanere ferma, LeggiAMO 0-18 fa muovere le storie.

Ai ragazzi delle scuole secondarie di primo grado vengono proposti VIDEOBOOKSPOT - ASSAGGI DI LETTURE DALLA BIBLIOTECA DELLA LEGALITÀ.

Si tratta di clip video dal ritmo sostenuto e incalzante, nei quali vengono brevemente raccontati alcuni titoli (romanzi, graphic novel, racconti) inerenti il tema della legalità.

La classe sceglie i suoi libri preferiti e ciascun ragazzo decide se leggerli con gli altri o da solo: anche in questo sono Damatrà, insegnanti e bibliotecari a supportare i giovani lettori nella tempistica e nella fruizione dei volumi (che possono essere consegnati ai ragazzi in digitale o "fisicamente" via posta).

Per le classi terze della scuola secondaria di primo grado e per le prime e seconde delle scuole secondarie di secondo grado Bill propone PILLOLE DI MEMORIA - STORIE RIBELLI CONTRO LA MAFIA. Anche qui sono i video a portare l'importante messaggio della legalità.

Tre storie di chi ha avuto il coraggio di dire di no alla mafia sono raccontate con clip di circa 10-15 minuti: si tratta delle storie di Peppino Impastato, Rita Atria, Lea Garofalo e Denise Cosco.

Una volta conosciute queste storie, i ragazzi sono guidati all'utilizzo di MLOL (Media Library On Line), la biblioteca digitale, dove possono usufruire dei libri che hanno cominciato a conoscere e dei rispettivi film.

Le scuole coinvolte in questa nuova veste di Bill. La Biblioteca della Legalità sono quelle di Udine, Tavagnacco, San Vito al Torre, San Giorgio di Nogaro, San Daniele del Friuli (UD), Trieste, Staranzano (GO).

Anche nel caso di Bill sono tante le testimonianze dei ragazzi: tutti sono rimasti entusiasti delle azioni coraggiose raccontate in queste storie. Una di loro - Sofia - racconta: "I video mi sono piaciuti ed erano molto interessanti, perché raccontano senza filtri queste storie. È un progetto che avrei voluto affrontare dal vivo e condividere coi miei compagni, ma anche così mi ha colpito molto".

LeggiAMO 0-18, il progetto regionale di promozione della lettura, della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, ha come partner il Consorzio culturale del Monfalconese, il Centro per la Salute del Bambino Onlus, Damatrà Onlus, l'AIB Associazione Italiana Biblioteche - Sezione FVG e l'Associazione Culturale Pediatri.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Libri, Arte e Cultura'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!