Agatha, la signora degli enigmi

Stai visualizzando una notizia archiviata. Eventuali date presenti in questa pagina possono far riferimento ad anni passati. Per le notizie correnti vai all'Home Page.

Venerdì 17 febbraio alle 20.30 la stagione serale della Contrada ospita al Teatro Cristallo "Agatha, la signora degli enigmi" spettacolo scritto da Enrico Groppali ed interpretato da Adriana Innocenti e Piero Nuti. Prodotto dalla compagnia Torino Spettacoli, la pièce, alla seconda stagione di repliche, continua ad essere un grande successo di pubblico e critica.

Nel privato della loro lussuosa casa, la signora del giallo Agatha Christie e il marito, l'archeologo Max Mallowan, sono in realtà due maturi coniugi disoccupati e a corto di emozioni. Per dare un colpo di vita al suo ménage familiare, la geniale scrittrice inventa un nuovo personaggio: se stessa in preda ad una crisi d'amnesia che scambia il suo secondo marito, devoto e premuroso, con il consorte precedente, Archie, il quale la tradì con la segretaria. Il marito non sa più cosa pensare mentre Agatha lo invita ad impersonare il fantasma del primo, infedele, compagno. Ma una volta scoperto il trucco della moglie, anziché fermarsi il giochetto prosegue quando quest'ultima, ritrovato il pieno possesso di sé, obbliga il coniuge a vestire i panni dei personaggi più noti del suo mondo espressivo.

Giocando al teatro, i due protagonisti sono di volta in volta Poirot e Miss Marple, i famosi detective dei gialli della Christie, e persino le vittime e gli assassini delle storie d'amore, spionaggio e avventura che hanno reso la scrittrice popolarissima e amata da milioni di lettori. Finché si perde il confine tra realtà e immaginario e il pubblico assiste a una, due, dieci sconvolgenti storie mozzafiato che mettono a dura prova le capacità di individuare chi di volta in volta è l'innocente o il colpevole di questo gioco che si sviluppa come una vera e propria caccia al tesoro.

Irresistibili i due protagonisti, elogiati dalla critica come "incontenibile coppia" che "forti della loro sapienza d'attore regalano al pubblico uno spettacolo mirabolante, in un divertissement che Groppali ha scritto appositamente per loro".

Adriana Innocenti ha lavorato con i maggiori capocomici della scena italiana, da Ruggero Ruggeri ad Annibale Ninchi, da Walter Chiari a Wanda Osiris, e con registi come De Sica, Visconti, Strehler, Squarzina, De Bosio, Scaparro e Testori. Dal 1997 collabora continuativamente con il Teatro Stabile Privato Torino Spettacoli, in qualità di attrice, regista e ricercatrice. Recentemente ha recitato in spettacoli di successo come Antigone di Sofocle, da lei diretto e interpretato, Un matrimonio ridicolo di Feydeau, Trappola per topi di Agatha Christie con la regia di Stefano De Luca.

Piero Nuti, dopo aver lavorato presso la Compagnia della sede RAI di Torino, ha collaborato stabilmente con alcuni dei massimi interpreti della scena italiana come Gino Cervi. Per anni ha fatto parte della compagnia di Dario Fo e Franca Rame. Al Teatro Stabile di Torino ha lavorato con registi quali Enriquez e De Bosio e a Roma con Scaparro, assieme al quale ha fondato il Teatro Popolare di Roma. Proprio con questo Teatro e accanto a Adriana Innocenti ha vissuto una lunga esperienza con produzioni importanti e riconoscimenti in tutta Italia. Tornato a Torino alla fine degli anni Novanta si è impegnato nella valorizzazione del teatro classico e nella promozione della drammaturgia contemporanea. Recentemente ha recitato in spettacoli di successo, come Il maestro di Manfridi, con la regia di Luciano Nattino, Trappola per topi di Agatha Christie, diretto da Stefano De Luca, Farinelli, evirato cantore, portato in tournée in tutto il mondo, Arsenico e vecchi merletti di Kesselring, diretto da Giancarlo Zanetti.

Questo testo permeato da un raro senso dell'umorismo è stato scritto da Enrico Groppali, giornalista, critico teatrale di fama nazionale e scrittore di saggi e commedie. Dal suo esordio nel 1977 con Il teatro di Trionfo, Missiroli e Cobelli, Groppali dà alle stampe numerosi saggi di carattere teatrale, gettando le basi del futuro drammaturgo (Hotel des ames, Don sand Don Juan, A mosca cieca, Misteri, Billy Bud). Oltre a scrivere "Agatha, la signora degli enigmi", Groppali è anche autore della traduzione di George Dandin, in scena al Cristallo in marzo.

I due protagonisti di "Agatha, la signora degli enigmi" sono diretti da Ugo Gregoretti, regista che, dopo un'intensa attività cinematografica e televisiva, si è dedicato al palcoscenico, firmando decine di regie di prosa e di opera. Tra le più fortunate Il bugiardo di Goldoni, Il critico di Sheridan, Le miserie 'd monsù Travet di Vittorio Bersezio, Il divorzio di Alfieri, La Bohème di Puccini e Il ballo in maschera di Verdi. Completano una versione scenica efficacissima i costumi di Agostino Porchietto, le scene di Gian Mesturino e le musiche di Dante Bellusci.

Settimo spettacolo in cartellone, "Agatha, la signora degli enigmi", sarà in scena al Cristallo dal 17 al 26 febbraio con gli orari consueti del teatro: serali 20.30, martedì e domenica recita pomeridiana alle ore 16.30, lunedì riposo.

Per tutte le recite, sia serali che pomeridiane, è a disposizione degli abbonati il parcheggio gratuito all'interno della Fiera di Trieste (ingresso via Revoltella, angolo via Rossetti) che apre un'ora prima dell'inizio dello spettacolo e viene inderogabilmente chiuso mezz'ora dopo la fine.

La prenotazione dei posti si effettua presso la biglietteria del Teatro Cristallo (tel. 040.390613/948471- orari: 8.30-12.30; 15.30-18.30) o al TICKETPOINT di Corso Italia 6/C (tel. 040.3498276/3498277- orari: 8.30-12.30; 15.30-19.00).

Informazioni: 040.390613; contrada@contrada.it; www.contrada.it

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!