Arturo Brachetti, maestro del trasformismo internazionale torna con 'Solo'

Arturo Brachetti, maestro del trasformismo nello spettacolo teatrale 'Solo'

Notizia inserita il 16/02/2022

Arturo Brachetti ritorna in scena al Politeama Rossetti il 17 e il 18 febbraio con "Solo" nuovo show in cui si trasforma in oltre 60 personaggi e in cui usa anche tecniche di ombre cinesi, mimo, Sand painting e raggio laser . Il grande maestro del trasformismo internazionale è ospite della stagione 2021-2022 del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia.

"Solo" è lo spettacolo che segna il grande ritorno a teatro di Arturo Brachetti, che al Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia ha raddoppiato le date previste - segnando subito un sold out - e sarà dunque in scena giovedì 17 e venerdì 18 febbraio alle 20.30.

In effetti il titolo sottolinea come a questo grandissimo artista, non serva avere compagnia sulla scena... O meglio: da solo riesce a popolare il palcoscenico di una miriade di personaggi in cui, instancabilmente, si trasforma, passando dall'uno all'altro con incredibile velocità. I suoi cambi di costume sono registrati nel Guinness dei Primati, imbattuti nel mondo per la loro rapidità (meno di 2 secondi).

Al Politeama Rossetti Arturo Brachetti ci farà incontrare ben 60 figure, molte delle quali ideate proprio per questo show mentre altre provengono dal suo amato repertorio.

Si incontreranno così icone della musica pop, i protagonisti di alcune favole, personaggi famosi del cinema e delle serie televisive oppure atmosfere che sembrano uscite da un quadro di Magritte.

Lo spettacolo ha un ritmo travolgente ed è costruito in continuo crescendo: oltre a essere un esempio di trasformismo d'altissimo livello, l'artista vi intreccia altre interessanti discipline in cui eccelle. Ecco allora la sorpresa delle ombre cinesi, l'ironia del mimo, la chapeaugraphie, la poesia della sand painting e i giochi con il raggio laser...


Armato di tutti questi linguaggi, Brachetti invita gli spettatori - grandi e bambini - ad entrare nella sua casa, nelle stanze che contengono le sue fantasie, i sogni e tanti ricordi: ogni tassello racconta qualcosa dell'artista e dell'uomo, e ogni oggetto trova il modo di essere animato e di concorrere a una trasformazione bizzarra e divertente, per mostrare come la realtà - nelle sue mani sapienti - sia fonte inesauribile di giochi dai quali farsi ammaliare.

Arturo Brachetti è acclamato come grande Maestro del trasformismo internazionale: è considerato un mito vivente nel mondo del teatro e della visual performing art.

"Appare" in Italia, a Torino, città magica per eccellenza, nel 1957 ma la sua carriera comincia a Parigi, dove ventenne reinventa e riporta in auge l'arte dimenticata di Fregoli, diventando per anni l'attrazione di punta del Paradis Latin. Da qui in poi la sua carriera è inarrestabile, in un crescendo continuo che lo afferma come uno dei pochi artisti italiani di livello internazionale, con una solida notorietà all'estero.

Aquarant'anni dal debutto di Parigi, Brachetti possiede una "galleria" di oltre 400 personaggi: riesce a interpretarne 100 in una serata. In scena porta la sua vasta esperienza artistica: quick change illusionismo, sand painting, mimo, ombre cinesi, laser... il suo repertorio è in continua evoluzione.

Trai riconoscimenti ricevuti figurano il premio Molière e il Laurence Olivier Award. Nel 2014 viene insignito del titolo di Commendatore dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano con una nomina motu proprio.

È anche un ottimo regista e direttore artistico, firma spettacoli, concerti, musical e collabora con artisti importanti, fra cui Aldo, Giovanni e Giacomo con cui ha un rapporto storico, fin dagli esordi.

Lo spettacolo va in scena alla Sala Assicurazioni Generali alle ore 20.30 giovedì 17 e venerdì 18 febbraio. La serata del 17 febbraio è una replica straordinaria, dove c'è ancora disponibilità di posti.Per biglietti e prenotazioni si suggerisce di rivolgersi alla Biglietteria del Politeama Rossetti agli altri consueti punti vendita, o via internet sul sito www.ilrossetti.it. L'ingresso in sala sarà consentito solo ai titolari di certificazione "Super Green Pass" dotati di mascherina Ffp2. Informazioni anche al numero del Teatro 040.3593511.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Musica e Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!

+