Islanda, cinema vulcanico

Stai visualizzando una notizia archiviata. Eventuali date presenti in questa pagina possono far riferimento ad anni passati. Per le notizie correnti vai all'Home Page.

Alpe Adria Cinema in collaborazione con Bergamo Film Meeting
presenta:
ISLANDA, CINEMA VULCANICO

martedý 18 e mercoledý 19 aprile
Cinema Ariston

A pensare all'Islanda, l'isola sperduta nel Nord dell'Oceano Atlantico, pi¨ vicina alla Groenlandia che alla Scandinavia, ci appaiono immagini di vulcani, geyser, ghiacciai, alte montagne e lande desolate, piccoli porti con barche da pesca, il sole di mezzanotte in estate e il buio a mezzogiorno nei giorni d'inverno. E Bj÷rk.

Un mondo dove l'uomo e la natura vivono spalla a spalla, con in pi¨, per chi se ne intende, qualche rock band che negli ultimi anni si Ŕ guadagnata un posto nel panorama musicale mondiale. E invece c'Ŕ anche il cinema. Non sembra, ma esiste da qualche decennio un vivace cinema islandese, che si rifÓ certo all'ambiente nordico e polare, ma che Ŕ anche pieno di energia, follia e sorprese. Il cinema islandese Ŕ esattamente come il paese in cui nasce: freddo e passionale.

Dopo il focus organizzato dal Bergamo Film Meeting nel mese scorso, Alpe Adria Cinema presenta una interessante e divertente panoramica di questo cinema, rendendo omaggio a 2 registi, tra i pi¨ quotati del paese.

Presso il Cinema Ariston martedý 18, a partire dalle ore 20.00, saranno presentati 2 film di Baltasar Kormßkur, il pi¨ quotato tra i giovani registi islandesi, 101 ReykjavÝk (con Victoria Abril) e Il mare e mercoledý 19 aprile sarÓ la volta dell'omaggio a Fridrik Thˇr Fridriksson, Angeli dell'universo e Bambini della natura (con Bruno Ganz), nominato all'Oscar come miglior film straniero.

Nei film islandesi pu˛ capitare di tutto. In 101 ReykjavÝk si passa dalla noia alla passione, dalla frustrazione al pathos, fino a un certo positivo e anarchico caos familiare, in cui madre e figlio si innamorano della caliente Lola, interpretata da Victoria Abril. Il mare tratta di una riunione di famiglia che, passando da rabbie e vendette, culmina in un catastrofico incendio che brucia presente, passato e futuro. Angeli dell'universo, annunciato come la versione islandese di "Qualcuno vol˛ sul nido del cuculo", Ŕ una straziante e divertente rappresentazione del confine tra pazzia e genio, tra sogno e realtÓ.

PerchÚ la tranquillitÓ nordica Ŕ solo apparente e, sotto la crosta, le vite ribollono e si ribellano. E la voglia di restare in questo posto Ŕ affiancata dal desiderio di andarsene, di scappare via, perchÚ in un suolo gelato Ŕ difficile mettere radici.

Un cinema locale e universale. Storie di una terra che ha caratteri inconfondibili. Storie che raccontano appassionanti, umanissime e fantasiose avventure.

martedý 18 aprile
Omaggio al pi¨ quotato tra i giovani registi islandesi, Baltasar Kormßkur:
Ore 20.00
101 ReykjavÝk (2000). Il suo brillante film d'esordio, con Victoria Abril
Ore 22.00
Il mare (2002) Riunione di famiglia: tutti insieme appassionatamente per graffiarsi e farsi del male.

mercoledý 19 aprile
Omaggio a Fridrik Thˇr Fridriksson, il pi¨ conosciuto regista islandese
Ore 20.00
Bambini della natura (1991) con Bruno Ganz, nominato all'Oscar come miglior film straniero
Ore 22.00
Angeli dell'universo (2000) La versione islandese di "Qualcuno vol˛ sul nido del cuculo

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!