L'America Latina canta per i bambini sordi del Perù

Notizia inserita il 19/07/2018

26 luglio 2018 ore 21
Castello di San Giusto, Piazzale delle milizie

"Questa è un'iniziativa lodevole che sposa la tradizione musicale con la beneficenza su proposta dell'Associazione italo-peruviana e che va a continuare la lunga collaborazione fra Trieste e il Perù", ha detto l'assessore comunale ai Teatri Serena Tonel nel corso della conferenza stampa di presentazione dell'intitolazione alla città di Trieste di un centro per i bambini peruviani colpiti da sordità e dello spettacolo di beneficenza, che si terrà giovedì 26 luglio, nel Cortile delle Milizie del Castello di San Giusto, per aiutare le cure in tal senso di questi piccoli.

Lo spettacolo vedrà la partecipazione del gruppo Los Amigos de Juan, che raccoglie le voci dei gruppi Chirikè, Ocho Rios e solisti importanti che presentano le canzoni della tradizione e del folklore latino-americano, nonché di un noto artista quale il cantante Andrea Binetti.

"L'idea dello spettacolo è nata dall'Associazione italo-peruviana di cui sono membro del direttivo - ha detto Rossana Poletti dell'Associazione Internazionale dell'Operetta - con l'intento di mettere in atto un concreto gesto di solidarietà nei confronti di questi bambini in forma popolare recuperando il mondo latino-americano e gli artisti musicali ad esso collegati, con un prezzo d'ingresso di 10 euro. Naturalmente gli artisti sono tutti volontari e molti altri ancora sono stati invitati a partecipare".

Il presidente del'Associazione per la Cooperazione Italo-Peruviana di Trieste Hector Sommerkamp ha parlato delle condizioni in cui versano da tempo i bambini e della precipua finalità della sua associazione fin dall'anno della costituzione, nel 1990, rivolto proprio a migliorare la vita ai bambini delle fasce più deboli colpiti da sordità che non hanno accesso a cure mediche molto costose. In base a un progetto avviato dall'Associazione in Perù nel 2006, abbiamo acquistato un apparecchiatura diagnostica per effettuare screening uditivi neonatali e contribuiamo, anche grazie a personale medico e tecnico anche italiano a fornire apparecchi acustici. L'ACIP ha creato due centri, a Piura e Arequipa, per seguire l'inserimento scolastico di questi bambini, ai quali però, nei casi di sordità più gravi, non possiamo fornire impianti cocleari purtroppo molto onerosi. Piura - ha aggiunto Sommerkamp -, città situata sulla costa nord dell'oceano Pacifico, vicino all'Equador e capoluogo dell'omonima regione, ha voluto intitolare alla città di Trieste il suo centro, proprio per il fatto che il progetto è partito dal capoluogo giuliano.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Musica e Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!