I mercoledý del conservatorio

Stai visualizzando una notizia archiviata. Eventuali date presenti in questa pagina possono far riferimento ad anni passati. Per le notizie correnti vai all'Home Page.

Mercoledý 7 febbraio alle ore 20.30, presso l'Aula Magna del Conservatorio di Trieste, avrÓ luogo il secondo appuntamento della Stagione Inverno-Primavera de I Mercoledý del Conservatorio.

La manifestazione prevede un recital chitarristico di Luigi Attademo, una delle personalitÓ pi¨ interessanti del panorama concertistico italiano.

In programma, la trascrizione di Tre sonate di Domenico Scarlatti, la Gran Sonata brillante di Mauro Giuliani, una delle composizioni pi¨ impegnative e interessanti del repertorio chitarristico ottocentesco, e due composizioni del novecento di Alvaro Company e Mario Castelnuovo Tedesco.

L'ingresso Ŕ gratuito, ma Ŕ necessario prenotare, anche telefonicamente, presso la portineria del Tartini, data la ridotta disponibilitÓ di posti.

Luigi Attademo, nato nel 1972, si Ŕ perfezionato con Angelo Gilardino, sotto la cui guida consegue nel 1993 il diploma di perfezionamento triennale presso l'Accademia Internazionale "L. Perosi" di Biella con il giudizio di eccellente, dopo essersi diplomato l'anno prima al Conservatorio "G. Verdi" di Torino con il massimo dei voti. Vincitore di diversi premi nazionali e internazionali, tra cui il prestigioso terzo premio al "Concours International d'ExÚcution Musicale" di Ginevra nel 1995, ha suonato nei maggiori festival chitarristici italiani e ha eseguito in prima esecuzione diverse opere di autori del '900 e contemporanei, tra cui Angelo Gilardino, Dusan Bogdanovic, Alessandro Magini, Alessandro Solbiati. Laureato in Filosofia con una tesi sull'interpretazione musicale, ha pubblicato diversi articoli di stampo musicologico ed estetico, collaborando con riviste specializzate (Seicorde, Suonare News) e Radio3 RAI. Ha registrato per la casa discografica "Niccol˛" un CD dedicato alle Sonate di Domenico Scarlatti nel 1998 e un secondo (2000) con musiche di J. S. Bach, per i quali ha ricevuto unanimi consensi di critica in Italia e all'estero. L'ultimo suo lavoro discografico per la rivista italiana "Seicorde" Ŕ dedicato a opere inedite ritrovate nell'Archivio Segovia di Linares. Attualmente frequenta il Biennio specialistico della Scuola di Chitarra del Conservatorio "Giuseppe Tartini" di Trieste.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!