Florence Nightingale

Stai visualizzando una notizia archiviata. Eventuali date presenti in questa pagina possono far riferimento ad anni passati. Per le notizie correnti vai all'Home Page.

Lunedì 8 maggio si conclude con un evento di particolare risonanza la stagione 2005/2006 di "Teatro a Leggìo": sarà infatti letta la novità assoluta di Paola Bonesi "Florence Nightingale. Una vita per chi soffre", omaggio alla fondatrice dell'Ordine delle Crocerossine.

Il testo, che andrà in scena al Teatro Cristallo alle ore 17.30, sarà interpretato da Ariella Reggio, Adriano Giraldi e dalla stessa Paola Bonesi, che ne cura anche la regia. La manifestazione, organizzata dall'Associazione culturale amici della contrada in collaborazione con il Circolo della Cultura e delle Arti, si avvale del sostegno del Comune di Trieste-Assessorato Cultura e Sport e gode del patrocinio della Croce Rossa Italiana.

Florence Nightingale è, senza dubbio, un personaggio imponente nel difficile percorso della conquista dei diritti civili e dell'assistenza pubblica. Tuttavia nel nostro paese è quasi sconosciuta. In pochi associano la professione infermieristica con questa signorina inglese, di ottima famiglia, che mise a repentaglio la propria esistenza e la propria reputazione sociale tra gli orrori della guerra di Crimea, e che trascorse tutto il resto della sua lunghissima vita prodigandosi per la dignità di chi assiste e di chi è assistito.

La sua non è, a parte la parentesi di guerra, una biografia particolarmente avventurosa, ma inserita nel contesto sociale e culturale in cui operò - e che lo spettacolo tenta di ricostruire attraverso documenti e suggestioni letterarie - immediatamente rivela l'emozionante grandezza di una donna dal cuore prodigiosamente generoso, dalla mente tersa e dalla volontà senza confini, che ha saputo diventare senza grandi clamori, preservandosi dalle ribalte della facile notorietà, un riferimento per tutti coloro che si impegnarono e si impegnano nella realizzazione di un mondo migliore.

L'autrice-attrice Paola Bonesi, originaria di Varese, dal 1988 vive e lavora a Trieste, collaborando alla sede Rai e ai diversi teatri di produzione della città, tra cui La Contrada, per molte stagioni consecutive. Da alcuni anni si dedica alla regia firmando allestimenti di testi dei quali è spesso autrice ("Uxores", "Sono felice nel mio caro Miramar", "La Rocca degli usignoli", "La leggenda della signora del Timavo"). Per Radio Capodistria ha composto gli originali radiofonici: "Radio Pratoverde", "GhostBusses - i torpedoni del mistero", "Il gatto e la falena".

L'ingresso alla lettura scenica "Florence Nightingale. Una vita per chi soffre" è libero.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!