Teatro-Caberet 'Girano Voci'

Stai visualizzando una notizia archiviata. Eventuali date presenti in questa pagina possono far riferimento ad anni passati. Per le notizie correnti vai all'Home Page.

Giovedì 8 dicembre alle ore 17 al padiglione del Circolo ARAC del Giardino Pubblico M. de Tommasini di via Giulia 2 a Trieste si terrà lo spettacolo di Teatro-Caberet "Girano Voci" con il cabarettista e imitatore triestino Flavio Furian ("Taitanic", Carramba che sorpresa" e "Sì sì è proprio lui" sulle reti televisive nazionali). Regia di Walter Stor. Luci di Alexandro Majcan. Ingresso libero.

"Girano voci", dinamico e dissacrante, è uno show a metà strada tra l'imitazione e il cabaret con la dinamica di uno spettacolo di cabaret della durata di un'ora e mezza. Le voci che girano sono quelle classiche del ricco ed esilarante repertorio di Flavio, dove ai divi canzonettari come i Pooh si affiancano Papa Ratzinger, Dario Fo, Giampiero Galeazzi, Beppe Grillo, Silvio Berlusconi, il giudice di "Forum", Santi Licheni, Aldo Biscardi, Gianluigi Buffon, Vasco Rossi, Zucchero, Renato Zero e Stefano Zecchi. I personaggi di Furian del resto ben si incastrano nei vari spettacoli, come tessere comuni di un puzzle artistico comico-musicale. Lo spettacolo viene valorizzato dalla sapiente regia di Stor.

Flavio Furian, imitatore e cabarettista, è stato protagonista delle trasmissioni tivù a "Taitanic", il Primo campionato degli imitatori condotto da Massimo Boldi e Anna Falchi su Rai 2, a "Carramba che sorpresa", dove si è esibito nella sua celebre imitazione di Adelmo Fornaciari duettando con il vero Zucchero e "Sì sì è proprio lui" con Luisa Corna. La sua imitazione parodistica di Dario Fo è andata in onda nel corso del Tg1. Alla radio, conduce con Paolo Agostinelli sulle frequenze di Radioattività "Ago e gli altri", in onda dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 9. Dopo un lungo sodalizio artistico con Gianfry e El mago de Umago, ha fondato con il regista Walter Stor la Compagnia teatrale "La Bottega delle percezioni" che in questa stagione porta in scena tre spettacoli. Il primo è Cabaroke, un giocoso spettacolo di cabaret che con la scusa del karaoke permette di giocare con il pubblico, proponendo delle imitazioni che danno vita a dei mini concerti di big come Vasco, Zucchero e Renato Zero. Tra i nuovi personaggi proposti, anche una caricatura a tinte forti di Papa Ratzinger. Il secondo è "Girano voci". Ultimo, "Face to Face", " spettacolo particolare e innovativo dove la ricerca nel campo della realtà virtuale del regista e le tecniche attoriali sperimentali di Furian si sposano in un originale e armonioso connubio. Furian interagisce con un attore virtuale che appare su un megaschermo di 4 metri e altri personaggi, tra i quali un cantante lirico, il tenore solista del teatro Verdi di Trieste, Massimo Marsi con il quale, nelle vesti di Luciano Pavarotti, dà vita a un eccezionale duetto sull'aria di "Miserere". Lo schermo è utilizzato per numerosi sketches comici sul filo delle mille voci di Furian i cui personaggi si incastrano nei vari spettacoli, come tessere comuni di un puzzle artistico comico-musicale e la sua poliedricità viene ulteriormente valorizzata dalla curatissima e attenta regia di Waler Stor. Luci ed effetti speciali di Alexandro Majcan, laureato in Musica e nuove tecnologie.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!