Nuovo cd per i Gwen

Stai visualizzando una notizia archiviata. Eventuali date presenti in questa pagina possono far riferimento ad anni passati. Per le notizie correnti vai all'Home Page.

Nuovo cd per i Gwen. La presentazione ufficiale, l'8 dicembre alle 20.30 con un concerto nella chiesa di San Michele (accanto alla Cattedrale di San Giusto).

I GWEN IN CONCERTO: PRESENTAZIONE DEL LORO ULTIMO CD "ELFIN SNEG"

E' uscito per l'etichetta Toondrama "ELFIN SNEG" (9 brani, 66 minuti e 12 secondi), il sesto cd dei Gwen. Il cd verrà presentato ufficialmente l'8 dicembre 2006 con un concerto nella chiesa di San Michele (accanto alla Cattedrale di San Giusto) alle 20.30.

Spiega così la scelta del titolo il leader del gruppo triestino, Michele Veronese: "Elfin Sneg significa neve elfica in sloveno. La matrice Sne deriva dal gaelico o celtico, quindi si sposa bene sia con la musica che proponiamo, sia con l'area geografica in cui viviamo. La neve e la montagna e gli gnomi, gli elfi, i pixies sono le fonti ispiratrici del lavoro.

Questo cd nasce come ideale colonna sonora alla lettura del libro di J.R. Tolkien "Il signore degli anelli", ma purtroppo non è stato possibile citarlo per motivi di copyright e diritti d'autore".

L'ASCOLTO DEL CD ELFIN SNEG

I PRIMI 34 MINUTI.

La prima parte è costituita solo dal suono dell'arpa celtica, eseguito da Veronese suonando uno strumento costruito dall'arpettaio gallese Michael Saunders nel 1978.

"Sono tre - spiega l'autore - le particolarità che contraddistinguono la prima parte dell'opera: una è la scelta di una chiesa come luogo di registrazione (quasi tutti i dischi per arpa celtica sono registrati in studio); la seconda è la scelta dell'interpretazione (in questo cd i vari brani irlandesi o di vari autori barocchi irlandesi sono suonati in modo filologico, cioè molto vicino a come si suonava 3 o 4 secoli fa. Il fatto di aver studiato tanto la musica antica con la viola da gamba, mi ha permesso di eseguire questi arrangiamenti anche con l'arpa. Infine, il fatto che i brani sono stati suonati dall'inizio alla fine senza interruzioni.

Si parte con "AN SAGART CHEOLNAR" (brano tradizionale irlandese), quindi "BLIND MARY" (O'Carolan), MODERATO (Buxtehude), "THE STAR OF THE COUNTY DOWN" (tradizionale irlandese), "FANNY POWER" (O'Carolan), "ARIA" (Giovannino del Violone, XVII secolo), "GIVE ME YOUR HAND" (Kean), "MORGAN MAGAN" (O'Carolan), "PIXIES SKETCH" (Veronese), "SPAGNOLETTA" (Praetorius-Schultze), "RED DOG SLEEP JIG - OTHER REEL" (tradizionale scozzese), "THE GEESE IN THE BOG" (tradizionale irlandese), "THE LAMB'S FOLD2, (tradizionale irlandese), "THE MORIN" (tradizionale irlandese).

In questa suite per arpa celtica ho inserito un brano di Dietriche Buxtehude (autore tedesco della fine del 1600)) che non c'entra molto con la musica celtica, ma siccome lo amo particolarmente mi è piaciuta l'idea di "arpizzare" un suo brano originale per viola da gamba e cembalo.

Poi ho incluso un brano mio, "PIXIE SKETCH", che è inserito in un'importante collezione inglese-irlandese di studi per arpa celtica ("Boru's book").

Dalla traccia 2 inizia il vero e proprio cd con i GWEN dove suono un'arpa celtica "Bilanciata" costruita da un arpettaio geniale, Claudio Walter.

"ZADANKAY" è una ballata dedicata ai meeting buddisti della Soka Gakkai.

In giapponese, Za-Dan Kay vuol dire appunto sedersi, parlare, discutere e raccontarsi. Ho scritto questo brano immaginando una riunione tra elfi. Descrivendo quindi anche i luoghi e gli oggetti intorno a loro.

"TAUR 'CRANN" - L'albero di Taur. Il nome Tarvisio proviene forse dalla parola celtica Taur che vuol dire monte. E' un brano dedicato alla Valcanale, che amo molto, dove sui monti e nei boschi "tagliati" dalla valle ho sempre immaginato che da una parte ci fosse il bosco e il monte degli elfi e dall'altra la foresta degli gnomi trolls e pixies.

"NOW THE SUN" è una canzone che racconta di un mago e di quale percorso abbia dovuto compiere per diventare un sole (che ricorda un po' se vogliamo anche un percorso buddista). In origine era dedicata a "Gandalf" ma non si è potuto citarlo.

"TWO DOGS IN A SHELL" è un brano dedicato sia ai miei cani che al libro di Tolkien "Rover", la storia di un cane alato. Leggendolo, si avverte ciò che ha fatto nell'oceano ma anche sulla luna...

"LENSY BREED" è una ballata che si rifà alla saga di Lensy Breed. Esistono dei manoscritti irlandesi del 1500 che raccontano varie storie su Lensy. Ma è particolare il concetto del without (senza). In Tutti questi manoscritti a un certo punto arriva un cavaliere elfo che pone delle domande a Lensy e lei risponde anche con concetti astratti sempre accompagnati col "senza" del tipo: arcobaleno senza cielo, oppure latte senza mucca, o ancora neve senza inverno. Poi quasi sempre viene rapita dal cavaliere elfo. Nel mio caso si è trattato di uno spunto per scrivere questa canzone fatta d'immagini e di sentimenti che sia pur personali spero che magari possano essere condivisi.

"XMAS ALJES"

I miei cani si chiamano uno Alfonso e l'altra Jessy. Mentre si addobbava l'albero di Natale nel 2005, loro hanno partecipato molto attivamente (sull'albero ho appeso anche parecchi biscotti a forma di osso.....) e poi ho scritto per loro questa ninna nanna per violoncello e arpa in stile antico, considerando che ai miei cani piacciono molto Bach, Handel e Purcell.

"TUNDRA" è una ballata semplicissima: tre accordi in croce e un testo semplicissimo. Si tratta di una ballata elfica. Bella è stata l'idea di inserire arpa, cello e tamburo irlandese: un'ottima combinazione.

"SAIFNITZ" è l'antico nome di Caporosso (Tarvisio). L'ho scritta nel 1998 durante una nevicata, e dovrebbe descrivere le mie sensazioni di quel momento.

I GWEN

Michele Veronese ha iniziato lo studio dell'arpa celtica sotto la guida di Ella deMircovich. Dopo gli studi al Conservatorio e in Accademia di musica antica, si è diplomato all'Accademia di studi celtici con una tesi sull'arpa celtica gallese. In seguito si è perfezionato con l'arpista finlandese Maido Arvola detto "L'arpista della neve". Ha suonato in giro per tutta l'Europa in prestigiose sedi (basti citare l'Università musicale di Berlino, il Festival Celtique di Kemper (Francia) e nell'agosto del 2003 a Osaka (Giappone). Suona un'arpa irlandese, "Fiona", costruita dall'arpettaio Claudio Walter.

Il gruppo GWEN nasce a Trieste nel 1987 unendo varie esperienze individuali di musica classica, barocca, rinascimentale, celtic e folk.

Cinque i cd al loro attivo: "Mostra sui celti-Venezia" - 1991 (Rivoalto), "The Berlin's Dolmen" - 1994 (Wea - Sonar), "Ts-Sarajevo" - 1997 (Infinity Records), "The second live" - 1999 (7 sky), "Mountain in a suitcase" - 2002 (Artemedia).

Centinaia i concerti tenuti in Italia e in Europa, tra i quali vanno ricordate importanti partecipazioni ai Festival di Belfort (Francia) nel 1992-1993, al Busker festival Bremen (Germania), al Festival Interceltique de Lorient (Francoa), all'Etno Festival di Bled (Slovenia) nel1991, '92 e '95 e al Celje folk festival nel 1991.

I Gwen hanno ricevuto riconoscimenti importanti all'Eurokinesse Alsazia nel 1993 e lo Speciale musica Celtica Italia nel 1991. A fine novembre del 2006 è uscita la loro ultima produzione discografica, "ELFIN SNEG" per la Toondrama.

I GWEN SONO:
Michele Veronese - arpa celtica, voce
Pead Atti - flauti, accordeon, bodhràn
Cris Verità - violino
Igor Svarc - violoncello

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!