MielaNews

Stai visualizzando una notizia archiviata. Eventuali date presenti in questa pagina possono far riferimento ad anni passati. Per le notizie correnti vai all'Home Page.

Sta per prendere il via la nuova programmazione di Bonawentura destinata al popolo del Miela, ormai punto di incontro tra persone, progetti, idee: diversamente dagli altri spazi teatrali cittadini si tratta di una stagione continuamente in divenire, mutabile e mutante, che miscela le proposte più interessanti di altre realtà culturali, e propone le proprie scegliendo tra tutto ciò che c'è di nuovo e curioso, dolce o trasgressivo, retrò o di tendenza ma sempre cibo ghiotto per gli occhi e le orecchie degli spettatori. Anche Bonawentura quindi vuole inserirsi nella ridda di cartelloni ufficiali che compaiono in questi giorni sulla stampa, ma a suo modo: sono delle anticipazioni di un viaggio sempre in progress che richiede da parte dei lettori/spettatori attenzione e fiducia.

Una nuova sessione di MIELANEXT, contenitore transmediale legato alle nuove tecnologie, aprirà la nuova stagione 2006/7. Si parte venerdì 22 settembre con il live BELGRADEYARD SOUNDSYSTEM (Belgrado), fenomeno emergente dell'elettronica e del nujazz, che mescola sonorità acustiche ed elettroniche con improvvisazioni live, un progetto musicale elaborato sotto i bombardamenti della N.A.T.O. su Belgrado da tre collaboratori di Radio B92, all'epoca l'unica emittente libera della Repubblica Serba (ingresso € 7,00).
Prima della crew belgradese si esibiranno i ragazzi di RES-ET (Monfalcone) assieme al V.J. Lyno-leum. Il progetto nato nel 2005 e cresciuto nell'ambito del laboratoro Dobialab si fonda su una ricerca di sonorità elettroniche e analogiche miste ad un'attitudine propria della musica improvvisata ed acustica.
A finire, il party di inizio stagione del teatro con la musica dell'ELECTROSACHER crew.

Il "Concerto per Pasolini" (domenica 24) è l'omaggio che due grandi della musica contemporanea, il violoncellista ERIK FRIEDLANDER e il compositore TEHO TEARDO dedicano a Pierpaolo Pasolini. Una fusione tra tradizione e contemporaneità all'interno di una dimensione emozionale legata alla poesia di Pasolini in questo recente CD "Giorni rubati". Direttamente dalla Knitting Factory, mitico club dell'avanguardia newyorkese, attraverso "Pordenonelegge" per approdare al Miela (ingresso € 7,00).

Tra queste due serate musicali, sabato 23 settembre sarà dedicato agli eventi dell'11 settembre 2001 con quello che, tra l'orgia di immagini e testimonianze che ci hanno inondato in questo anniversario, merita venir ri-proposto per riconsiderare i fatti avvenuti anche alla luce di tutti i dubbi e delle teorie cospirazionistiche che stanno sempre più prendendo forza nell'opinione pubblica mondiale grazie soprattutto alla nuova possibilità di diffondere idee, contenuti e sviluppare il dibattito attraverso internet.
Alle ore 21.00: 11/9 - 11 SETTEMBRE - 120' - vers. italiana - documentario dell'americana CBS tratto dalle immagini di Jules e Gedeon Naudet.
A seguire, ore. 23.00 circa, LOOSE CHANGE 2nd Edition - 80' - di Dylan Avery, Korey Rowe, Jason Bermas - vers. inglese sott.in italiano a cura di Arcoiris - form. Divx
a fine serata:
FLESH - 10' - di Edouard Salier. Un corto in computergrafica: un conturbante, visionario e provocatorio affresco ispirato all'11 settembre.

Un altro appuntamento periodico, giunto ormai alla 7a edizione, è quello con S/Paesati che vede Bonawentura insieme all'Ass. culturale Spaesati, al Teatro Sloveno di TS e all'Università di TS tra gli organizzatori. Puntualmente S/Paesati, tra ottobre e dicembre, offrirà una serie di momenti di riflessione, di dialogo e di svago per vivere sempre meglio tutti assieme.

E Pupkin Kabarett? Niente paura, ritorna con il consueto appuntamento del lunedì nei mesi di novembre e dicembre. Quando non c'è sentiamo tutti la mancanza di qso cabaret scanzonato e intelligente, scontroso e demenziale che a suo modo mette alla berlina i difetti e i luoghi comuni della nostra società.

Una segnalazione per tutti gli amanti della musica "colta"contemporanea: in novembre ritornerà come "special guest" il violinista Enzo Porta con un concerto/progetto ideato per il Miela.

Quest'anno inoltre Bonawentura ha debuttato anche nel campo della produzione teatrale: dopo "I Giocatori", progetto liberamente ispirato a Dostoevskij e presentato al Mittelfest e che ha coinvolto giovani attori provenienti da realtà emergenti come Baby Gang di Milano e Pupkin Kabarett , Bonawentura ci riprova con una seconda produzione in collaborazione con l'Associazione Spaesati e con l' Ente Teatrale Regionale del FVG:
Il testo scelto, NEL FONDO DEL BICCHIERE, di R. Maranzana e S.Morena, è tratto da "Aspro e dolce" di Mauro Corona. Interpretato da Fulvio Falzarano, Riccardo Maranzana, Alessandro Mizzi per la regia di Sabrina Morena, debutterà al Miela in ottobre.

E arriviamo alle collaborazioni: in ottobre tra Gorizia e Trieste (13-15) si svolgerà il Beckett & Puppet, un omaggio che il Centro regionale di Teatro di Animazione e di Figure di Gorizia vuole fare al grande commediografo nel centenario della nascita. A questo progetto comprendente a Gorizia un convegno e alcune pièce teatrali ispirate al teatro di Samuel Beckett, si sono affiancate Bonawentura e l'Associazione Alpe Adria Cinema con due giornate di "Visioni Immagini Sguardi di/da/con Samuel Beckett" , una non stop visionaria in cui verrà presentata la quasi totalità delle opere beckettiane dirette e interpretate dai più valenti autori e attori di cinema e di teatro anglo-americani, da Neil Jordan a Jeremy Irons, da Atom Egoyan a John Hurt, da Karel Reisz a sir John Gielgud, da David Mamet a Harold Pinter (qui nelle vesti di attore), da Anthony Minghella a Richard Eyre. Un'occasione da non perdere (rivolta soprattutto agli studenti e appassionati della lingua inglese e del teatro) per entrare nel mondo dell'assurdo beckettiano.

Ancora due eventi: in collaborazione con l'Ass. Alpe Adria Cinema e con il Consolato di Serbia e Montenegro: un omaggio alla grande attrice serba Milena Dravic di cui verranno presentati alcuni film e che si esibirà sul palco del Miela con un'interpretazione di varie figure femminili.
In dicembre ritornano le giornate dedicate all' ANTEPRIMA ZONE DI CINEMA, il concorso che Alpe Adria Cinema e Bonawentura hanno iniziato 3 anni fa e che è riservato a filmmaker e videomaker nati o residenti nel Friuli Venezia Giulia. Lo scopo è quello di valorizzare la produzione locale, sempre più consistente sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo.

Ma non è finita qui: oltre alla presenza del Miela durante la Barcolana con una serie di incontri, esposizioni e proiezioni dedicati al mare, bisogna ancora citare la presenza di quattro importanti eventi che troveranno ospitalità nello spazio del Miela: il Festival internazionale del cinema e delle arti "i 1000(o)cchi" tra poco in partenza (fine settembre) a cura dell'Associazione Anno Uno, il Festival del Cinema Latino Americano (ottobre) promosso dall'APCLAI, il Festival di Musica Luigi Nono (tra novembre e dicembre) a cura dell'Associazione Musica Libera, e il Festival Internazionale Ave Ninchi promosso da L'Armonia.

Il mutante calendario verrà evidenziato sul sito www.miela.it che darà mese per mese ulteriori informazioni e novità.
E' in preparazione per i mesi a venire la rassegna "Ritratti Italiani", un mix di teatralità, musica, reading, danza.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!

+