"Miss Universo", con Angela Finocchiaro

Stai visualizzando una notizia archiviata. Eventuali date presenti in questa pagina possono far riferimento ad anni passati. Per le notizie correnti vai all'Home Page.

Cooperativa Bonawentura/Teatro Miela

segnalano che nelle serate di mar. 30 e merc. 31 gennaio, al Teatro Miela di Trieste, si terrą lo spettacolo "Miss Universo" con Angela Finocchiaro, organizzato nell'ambito della rassegna Ritratti Italiani - intrecci tra musica e teatro.

Inizio spettacolo ore 21.00 - ingresso intero 15,00 Euro, ridotto 12,00 Euro, (fino a 26 anni e oltre i 65)

Spettacolo in abbonamento solo per la serata di mar. 30

Ulteriori informazioni su: http://www.miela.it e allo 040 365119


ANGELA FINOCCHIARO
in
MISS UNIVERSO

scritto da WALTER FONTANA regia di CRISTINA PEZZOLI

Dopo il trionfo cinematografico ottenuto con "La bestia nel cuore" di Cristina Comencini (Nastro d'argento 2006, Premio David di Donatello 2006 e Ciak d'oro 2006 come migliore attrice non protagonista; Premio Wella Cinema Donna alla 62^ Mostra d'Arte Cinematografica di Venezia; Premio Queen of Comedy Award 2006), Angela Finocchiaro torna in teatro con il suo nuovo spettacolo: Miss Universo.

In Miss Universo - ritratto (molto mosso) di una donna, oggi - scritto da Walter Fontana e diretto da Cristina Pezzoli - Angela č Laura, una donna divisa in due. Tanto incerta, abitudinaria e arrendevole all' esterno quanto aggressiva, rabbiosa e violenta dentro - e contro - di sč.

Un giorno il tran tran quotidiano di Laura si spezza e la normale attesa nello studio di un medico si trasforma in una sorprendente avventura dove Laura affronta il ricordo di una nonna sadica per eccesso di bontą, un dermatologo non troppo intelligente e forse innamorato, idraulici ossessionanti, un antennista che parla con Dio, e altre divinitą inaspettate, fino a una spiazzante resa dei conti con se stessa.

Miss Universo riflette con sguardo beffardo sulla quieta nevrosi di una donna qualunque, in un esilarante gioco di scatole cinesi. Visionaria, vulnerabile, travolgente, Angela Finocchiaro si moltiplica all'infinito nel disegnare il profilo di una donna e dei suoi mondi possibili.

Il testo dello spettacolo č stato scritto da Walter Fontana, scrittore, sceneggiatore e autore televisivo, collaboratore di Aldo Giovanni e Giacomo, Claudio Bisio e della Gialappa's Band. La regia porta la firma di Cristina Pezzoli gią regista per Benneide, il fortunato spettacolo teatrale di Angela Finocchiaro in scena dal 2001 al 2004.


ANGELA FINOCCHIARO
Biografia

Angela Finocchiaro inizia il suo percorso teatrale negli anni '70, con una significativa esperienza nella compagnia sperimentale "Quelli di Grock". Partecipa a varie performance della compagnia, tra cui il surreale "Spariamo alle farfalle", e a molti altri spettacoli dalla comicitą originale e stralunata, come "Felice e Carlina", "La cittą degli animali", "Giochiamo che io ero", "Vieni nel mio sogno", "Dudu Dada".

Nel 1980 Angela Finocchiaro allestisce, con Carlina Torta e Amato Pennasilico, lo spettacolo Panna Acida, nome che passerą poi ad indicare un nuovo gruppo teatrale - e partecipa al film che le darą notorietą nazionale: il geniale Ratataplan di Maurizio Nichetti. A questa prima esperienza nel cinema farą seguito, dopo un anno, la partecipazione al successivo film di Nichetti, Ho fatto splash. Negli stessi anni partecipa, sotto la guida di Gaetano Sansone, ad un allestimento per il Carnevale di Venezia su testi di Giorgio Manganelli, ed intanto, scrive, interpreta ed allestisce, sempre con Carlina Torta e Amato Pennasilico, il secondo spettacolo di "Panna Acida", Scala F (1981), dedicandosi anche alla conduzione ed ideazione della trasmissione radiofonica Torno subito.

Nel 1982-1983 partecipa come co-protagonista allo spettacolo Arsenico e vecchi merletti (Teatro Nuova Scena), mentre nell'84 frequenta il seminario del Teatro di Porta Romana tenuto da Dominic De Fazio, allestisce lo spettacolo Miami per la rassegna "Milano d'estate" del Comune, e partecipa al saggio di drammaturgia della Civica Scuola d'Arte Drammatica.

Continua intanto il sodalizio con Maurizio Nichetti, e partecipa ad una trasmissione per Canale 5, intitolata Quo vadiz e realizzata dallo stesso Nichetti con Gabriele Salvatores.

Scrive per "Panna Acida" lo spettacolo Viola, e nell'85 gira l'Italia per proporre i cavalli di battaglia di quel gruppo. Rappresenta "Viola" e "Scala F" al Festival Internazionale di Manizales (Colombia) e tiene un seminario per gli attori dell'Accademia d'Arte Drammatica di Bogotą.

Nella stagione 1985/86 Angela Finocchiaro debutta nel cabaret, interpretando il monologo Bocconcini di Giancarlo Cabella. Poco dopo (1988/89) porta in scena il fortunatissimo spettacolo teatrale in forma di monologo La stanza dei fiori di china, scritto da Giancarlo Cabella ed ispirato al romanzo "Fiori per Algernon" di Daniel Keyes. Lo spettacolo ottiene un grande successo tanto da essere ripreso a distanza di dieci anni.

Nello stesso periodo, Angela Finocchiaro č tra le protagoniste della trasmissione RAI La TV delle ragazze, condotta da Serena Dandini, nel 1988/89.

Dagli anni '90 in poi partecipa ad alcune fiction televisive (Madri, Dio vede e provvede), e a numerose pellicole cinematografiche: Il portaborse di Daniele Lucchetti (con Silvio Orlando e Nanni Moretti, 1991), Il muro di gomma (di Marco Risi, 1991), Gilda (di Alberto Sordi, 1991), Arriva la bufera (di Daniele Lucchetti, con Diego Abatantuono, Silvio Orlando e Margherita Buy, 1993), A che punto č la notte di Nanni Loy (1994), Non ti muovere, di e con Sergio Castellitto (2004). Ma, nonostante l'intensa attivitą per il piccolo e grande schermo, Angela Finocchiaro non ha mai abbondato le scene. Nel '92 recita con Silvio Orlando in Sottobanco di Domenico Starnone, regia di Daniele Lucchetti. Successivamente porta in teatro vari testi di Stefano Benni, a partire da La misteriosa scomparsa della Signorina W, ("'94/'95, ripreso nel '97), proseguendo con Pinocchia (assieme a Ivano Marescotti), per giungere al fortunato Benneide, con repliche dal 2001 al 2004.

Nel 2003/04 il vasto pubblico televisivo ha avuto modo di apprezzarla in pił occasioni: da un lato, assieme alla pittoresca banda del programma comico Zelig (Canale 5), dall'altro, come protagonista di Mammamia, serie su Rai2 di brevi "comiche mute" (scritte, dirette e co-interpretate da Maurizio Nichetti). Nel settembre 2004 Angela Finocchiaro ha interpretato il monologo Teatro anatomico durante una puntata della trasmissione "Report".

Grande successo ha ottenuto con l'interpretazione di Maria nell'ultimo film di Cristina Comencini, La bestia nel cuore, per il quale si č aggiudicata il Nastro d'argento 2006, il Premio David di Donatello 2006 e il Ciak d'oro 2006 come migliore attrice non protagonista; il Premio Wella Cinema Donna alla 62^ Mostra d'Arte Cinematografica di Venezia e il premio Queen of Comedy Award 2006.

Angela Finocchiaro č stata inoltre candidata al Premio ETI - Gli olimpici del teatro, nella terna di finalisti della categoria Interpreti di monologhi o "One man show" per l'interpretazione del suo ultimo spettacolo: Miss Universo. Il premio, istituito dall'ETI e dal Teatro Stabile del Veneto (in accordo con il Ministero per i Beni e le Attivitą Culturali) con la volontą di creare un prestigioso riconoscimento annuale "del Teatro al Teatro", viene assegnato agli artisti da professionisti della scena teatrale, critici e rappresentanti istituzionali.

Angela Finocchiaro sarą presto di nuovo sul grande schermo tra gli interpreti delle ultime opere cinematografiche di Francesca Archibugi (Lezioni di volo) e di Daniele Lucchetti (Mio fratello č figlio unico).

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!