Appuntamenti al Miela 18-23 Maggio

Stai visualizzando una notizia archiviata. Eventuali date presenti in questa pagina possono far riferimento ad anni passati. Per le notizie correnti vai all'Home Page.

Dopo la full immersion nell'universo satiano, torniamo al mondo passionale e colorato di Almodovar, ai mini concerti di Nikkie Sonore e al Grande Evento del 21 maggio:

merc 18 maggio, ore 22.00:
per NIKKIE SONORE musica di improvvisazione con MASSIMO CARTELLO al sax e STEFANO SOLANI al contrabbasso.
Ingresso € 2,50.

giov 19 maggio, ore 20.30
per PEDRO...Y LOS OTROS

LAS HORAS DEL D═A di Jaime Rosales, 2003, 110', versione originale sottotitolata in Italiano
Abel vive con sua madre in un piccolo paese della periferia di Barcellona. Tutta la sua vita trascorre tra il piccolo negozi o d'abbigliamento di famiglia, la casa di sua madre, il letto della sua fidanzata, l'edicola all'angolo, i bar del quartiere. Sempre gli stessi problemi, le stesse facce, le stesse conversazioni. Tuttavia, l'apparenza di un uomo tranquillo e affabile nasconde un abisso inspiegabile che si ripete irrimediabilmente. Un giovedý pomeriggio Abel uccide di nuovo.
Las horas del dÝa Ŕ un film duro, grave, scontroso, di rara intensitÓ e difficile da vedere, perchÚ la sua severitÓ Ŕ estrema e la sua contemplazione esige allo spettatore la rinuncia della comoditÓ e una disposizione ad affrontare uno sforzo morale e perfino fisico. Ci˛ che quest'audace film mostra causa malessere, ma il modo di mostrarlo Ŕ un poderoso esercizio cinematografico che possiamo collocare tra i migliori, i pi¨ liberi ed intelligenti dell'ultimo cinema spagnolo. Jaime Rosales, grazie alla sua camera impavida, degna di un entomologo, pu˛ essere definito un regista con uno sguardo proprio, senza equivalenze nÚ antecedenti

a seguire
DONNE SULL'ORLO DI UNA CRISI DI NERVI (Mujeres al borde de un ataque de nervios) di Pedro Almodˇvar, 1988, 95'
Versione originale sottotitolata in Italiano
Il film che ha portato decisamente alla ribalta internazionale Pedro Almodovar

venerdý 20 maggio, ore 20.30
CHE COSA HO FATTO IO PER MERITARE QUESTO? (┐QuÚ he hecho yo para merecer esto?) di Pedro Almodˇvar, 1984, 102'
Versione originale sottotitolata in Italiano

a seguire
TACCHI A SPILLO (Tacones lejanos), di Pedro Almodˇvar , 1991, 113', Versione originale sottotitolata in Italiano

*****************************************

ed infine Grande Evento sabato 21 maggio, o re 21.30 per Bonawentura/MIELANEXT.
MATMOS in concerto / ingresso: € 15.00

Adoriamo questi due californiani, che costituiscono una delle realtÓ pi¨ affermate e originali della nuova musica elettronica americana, adoriamo la loro ironia e la loro curiositÓ verso tutto ci˛ che Ŕ mondo. Adoriamo il fatto che prima di approcciare a loro bisogna sedersi e prepararsi ad ogni cosa. Adoro il fatto che pur essendo musica sperimentale ed estremamente stravagante, non bisogna essere colti musicalmente per apprezzarli... basta avere una "certa sensibilitÓ". Adoriamo la loro fucina di fantasia, la loro obliquissima imprevedibilitÓ e la loro ingenuitÓ matura nel dimostrare una peculiare abilitÓ nel costruire sequenze ritmiche campionando e amplificando le fonti sonore pi¨ insolite: il tessuto neurale di un crostaceo, il bruciare di sigarette, lo sfogliare le pagine di un libro, fino ai rumori, registrati con il permesso di me dici e pazienti, di operazioni di chirurgia plastica, rumori sui quali hanno basato il disco che ha dato loro fama mondiale, A chance to cut is a chance to cure (2001). Il tutto per˛ realizzato con uno stile giocoso e "pop", totalmente estraneo alla "seriositÓ" di musicisti che usano simili tecniche sperimentali. Impressionata dal risultato, la cantante Bj÷rk li chiam˛ lo stesso anno per aiutarla a realizzare il suo disco Vespertine, e per accompagnarla successivamente nel suo tour mondiale di concerti in teatri d'opera, proseguito fino al 2003. Un'altra particolaritÓ della musica dei Matmos Ŕ che hanno spesso integrato nella cornice elettronica una ricca strumentazione acustica e riferimenti alla storia musicale americana. Nel loro ultimo lavoro, il singolo Rat Relocation Program (2004), ritornano invece ad utilizzare una fonte sonora del tutto insolita, gli squittii di un topo che per diversi giorni si era introdotto nell'appartamento di uno dei musicisti.

*****************************************

Un suggerimento:

CONCERTO RACHEL Z TRIO
Rachel Z-piano
Chris Luard- basso
Bobby Rae-drums
Casa della Musica

Giovedý 19 maggio alle ore 21.00 sarÓ come ospite per un concerto e per una registrazione nell'Urban Recording Studio della Casa della Musica, Via Capitelli, 3 - Trieste Rachel Z, pianista newyorkese dal grande talento e fascino. L'artista, dopo la sua terza tournÚe mondiale con Peter Gabriel, sarÓ a Trieste in occasione del suo tour europeo. Suoneranno al suo fianco Chris Luard al basso e Bobby Rae alla batteria.
www.rachelz.com

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!