Ensemble Nova Academia

Stai visualizzando una notizia archiviata. Eventuali date presenti in questa pagina possono far riferimento ad anni passati. Per le notizie correnti vai all'Home Page.

L'ensemble NOVA ACADEMIA di STEFANO CASACCIA - con la partecipazione straordinaria del sopranista ANGELO MANZOTTI - suona
venerdì 6 gennaio 2006 ore 17 a Trieste nella Chiesa Luterana di Largo Panfili: Le dilettevoli arie del Farinelli: musica di VIVALDI e MOZART
ingresso € 10,00 - ridotto € 8,00
Ensemble NOVA ACADEMIA con Stefano Casaccia solista flauto dolce e Claudio Gasparoni al contrabbasso

"LE DILETTEVOLI ARIE DI CARLO BROSCHI DETTO IL FARINELLI"
Ultimo appuntamento con I CONCERTI DELLA COMETA
Venerdì 6 gennaio 2006

VENERDÌ 6 GENNAIO, alle ore 17.00, la CHIESA EVANGELICA ospiterà l'ultimo appuntamento con I CONCERTI DELLA COMETA, la cui VIII edizione è stata imperniata sul tema "DA FARINELLI (1705-1782)...A MOZART (1756-1791).

E questo Festival di Musica Antica e da Camera si chiude proprio celebrando i trecento anni dalla nascita del celeberrimo "castrato", nato a Andria il 24 gennaio 1705 e morto a Bologna il 15 luglio 1782.

LE DILETTEVOLI ARIE DI CARLO BROSCHI DETTO IL FARINELLI il titolo del concerto di cui saranno protagonisti il Complesso di Musica Barocca NOVA ACADEMIA (Stefano CASACCIA/flauto dolce, Paun DAN e Marco TOSO/violini barocchi, Fabrizio SCALABRIN/viola, Tiziana GASPARONI/violoncello, Claudio GASPARONI/contrabbasso e Luca FERRINI/clavicembalo) e il sopranista Angelo MANZOTTI.

Interamente dedicata a Antonio VIVALDI (1678-1741) la prima parte che prevede il Concerto in La maggiore F. 12 n.4 per archi e cembalo, l' Adagio per archi e cembalo e tre arie da opere: Vedrò con mio diletto da Il Giustino, Siam navi all'onde algenti da L'Olimpiade e Gelido in ogni vena da Il Farnace. La seconda parte sarà invece un omaggio a Wolfgang Amadeus MOZART, di cui verranno eseguite la Serenata dai Divertimenti KV 439b contenuti nelle Wiener Sonatinen e le arie Deh vieni non tardar e Voi che sapete da Le nozze di Figaro e Se l'augellin sen fugge da La finta giardiniera.

I brani verranno eseguiti con strumenti d'epoca.

Angelo MANZOTTI, che dal 1994 a oggi ha proposto questo programma in oltre cinquanta città europee, si esibisce principalmente in concerti dedicati al repertorio barocco, con clavicembalo o gruppi strumentali, quali I Solisti di Roma, l'Accademia di S.Rocco, il Concerto Italiano, la Venice Baroque Orchestre e l'Orchestra Barocca di Cremona. Molte le sue partecipazioni anche a recitals rossiniani con pianoforte e orchestra quali il Rossini Opera Festival di Pesaro, i Pomeriggi Musicali di Milano, Wratislavia Cantans di Breslavia o il Belcanto Festival di Dordrecht, in sedi prestigiose (Teatro Regio di Torino, Cencertgebow di Amsterdam, Teatro Filarmonico di Verona, Hackney Empire Theatre di Londra, il Prado a Madrid, il palazzo reale di Aranjuez, la Galleria Borghese di Roma e la Drottingholm Chapel di Stoccolma).

L'ensemble NOVA ACADEMIA, nato nel 1976, nel suo vasto repertorio di musica barocca ha sempre dedicato una particolare attenzione agli autori italiani, oltre che alla riscoperta di autori ingiustamente trascurati. Composto da noti e affermati esecutori di musica antica, docenti presso Conservatori italiani e Accademie Musicali europee, per la prestigiosa attività concertistica internazionale e per la ricerca, lo studio e la diffusione di autori italiani del '600 e del '700 è stato insignito di numerosi premi e riconoscimenti.

Carlo BOSCHI, "FARINELLI" in omaggio ai suoi protettori, gli avvocati e giureconsulti Farina di Napoli, iniziò a soli 15 anni una delle più straordinarie carriere dell'opera italiana, che lo vide calcare le scene di tutti i più importanti teatri in patria, per poi rivelare il suo genio musicale a Vienna, Londra, Parigi e Madrid. Fraterno amico di Pietro Metastasio, FARINELLI possedeva straordinarie capacità di emissione della voce, unite alla perfetta padronanza della nota musicale. Versatile sopranista, virtuoso del belcantismo, era capace di coprire, nella stessa partitura, le arie da soprano come quelle da contralto, grazie all'estensione della sua voce che si estendeva dal LA2 al DO5, non mancando, tuttavia, di toni più gravi. Il flautista, compositore e teorico della musica Johann Joachim Quantz scrisse di lui : "L'intonazione era chiara, il trillo bello, straordinario il controllo del fiato, agilissima la sua gola, così che poteva coprire anche gli intervalli più ampi con la massima facilità e sicurezza. Le note di passaggio e tutti i mielismi non presentavano per lui alcuna difficoltà. Era molto creativo nell'inventare gli ornamenti di un adagio. Ma il fuoco della gioventù, il grande talento, il generale entusiasmo, la sua gola predisposta lo portavano talvolta a degli eccessi di stravaganza. Il suo aspetto era adatto al teatro, ma l'azione in scena non era il suo forte".

"LE DILETTEVOLI ARIE DI CARLO BROSCHI DETTO IL FARINELLI" è realizzato in collaborazione con il festival I CONCERTI DELLA LAGUNA DI VENEZIA.

L'VIII edizione de I CONCERTI DELLA COMETA è stata realizzata dall'Associazione NOVA ACADEMIA per la direzione artistica di Stefano CASACCIA con il contributo e il Patrocinio dell'ASSESSORATO ALLA CULTURA della PROVINCIA DI TRIESTE e degli ASSESSORATI AGLI AFFARI GENERALI e ALLA CULTURA del COMUNE DI TRIESTE, nonché con il sostegno di DEMUS e TRIPMARE.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!

+