Si vive una volta. Sola

Stai visualizzando una notizia archiviata. Eventuali date presenti in questa pagina possono far riferimento ad anni passati. Per le notizie correnti vai all'Home Page.

"'Si vive una volta. Sola' con la divertentissima Geppi Cucciari è ospite "fuori abbonamento" del Teatro Stabile del Friuli-Venezia Giulia: lo spettacolo, diretto da Paola Galassi e scritto dalla stessa Cucciari con Lucio Wilson va in scena martedì 19 maggio al Politeama Rossetti. Programmato inizialmente lo scorso aprile, lo spettacolo è stato rinviato: il biglietto emesso per la serata di aprile sarà valido per entrare a teatro."

Si vive una volta. Sola è il titolo allusivo e divertente dello spettacolo che Geppi Cucciari propone "fuori abbonamento" al Teatro Stabile del Friuli-Venezia Giulia soltanto la sera di venerdì 20 aprile.

Si tratta della nuova data dello spettacolo, dopo che è stato necessario rinviarlo lo scorso aprile: ovviamente rimangono validi i biglietti emessi ad aprile per accedere alla serata.

Quello con Geppi Cucciari è un appuntamento da non mancare per le donne che - si sa - nelle sparate spassose e cattivelle dell'attrice non possono non riconoscere sé stesse e i loro partner, e anche per gli uomini, capaci di munirsi di un po'd'autoironia...

Si vive una volta. Sola ha come punto di partenza una situazione piuttosto classica nella vita di una donna: si verifica quando i tuoi sogni di ragazza appaiono ormai irrealizzabili e sei disposta a venire a compromessi: «un "uomo" va bene, anche senza la "U" maiuscola»... Quando anche di questo non c'è traccia e le ore che trascorri in solitudine sono direttamente proporzionali alle cucchiaiate di Nutella che ti concedi... Quando la bilancia è la tua peggior nemica, l'armadio è pieno di vestiti che non riesci a indossare abbottonandoli completamente e il panorama circostante è invece popolato da amiche che si sposano, cugine che si fidanzano, conoscenti - anche quelle su cui non avresti scommesso un cent - che diventano mamme...

È allora che arriva Geppi Cucciari: entra in una scena dove campeggiano un divano rosso in cui tuffarsi, una bilancia da evitare accuratamente e uno stepper che sarebbe bene usare con maggior impegno... E ci evita la depressione, raccontandoci a suo modo la difficile condizione di "giovane donna single".

Chi non l'ha mai provata? Chi non ha conosciuto mai la malinconia di una domenica passata da sole e l'esaltante divertimento di una cena con le amiche, il batticuore di un nuovo appuntamento e l'ennesima disillusione da curare abbuffandosi di cioccolata?

C'è tutto questo - assieme alla verve, all'ironia, alla versatilità di Geppi Cucciari - in Si vive una volta. Sola, lo spettacolo che lei stessa ha scritto assieme a Lucio Wilson, e che interpreta diretta da Paola Galassi.

Assieme a Geppi rideremo di «un corredo che comincia a ingiallire e sta per essere nominato patrimonio dell'Unesco», della nostra taglia 46 così fiera da non riuscire a trasformarsi in una 44, e della tragica sproporzione che ci rende la vita impossibile: «(...) Ci sono tante donne carine e sole, e pochi uomini in giro con pari requisiti. Se sono davvero sensibili o intelligenti, se li è già sposati un'altra. Oppure sono gay». Perché, ovviamente, quando l'agognato compagno arriva, quasi mai possiede nemmeno un paio delle mille qualità immaginate nei nostri sogni: ci si ritrova ad aver a che fare - sottolinea l'attrice - con "bambini alti" che alla azione-reazione "pianto-biberon" hanno sostituito quella "cena pronta-camicia stirata".

Lo sguardo di Geppi Cucciari non perde mai l'umorismo ma non rinuncia al miraggio dell'amore: è per questo che ci si riconosce nelle sue storie, che ci si diverte con le sue battute corrosive capaci di svelare le meschinità e le debolezze dell'universo maschile, ed è per questo che si condividono quelle - che non mancano affatto - sul mondo femminile, dipinto in tutti i suoi tic, nelle assurde insicurezze, nelle nevrosi e - non dimentichiamo - nei suoi velenosi momenti di aggressiva rivalità... Un po' di cinismo, tanto obiettivo e fresco racconto del nostro mondo avaro d'affetto, ritratti acuti e veri e una impareggiabile comicità rendono Geppi Cucciari e il suo spettacolo un momento piacevolissimo, per riflettere su noi stessi con intelligenza e senza rinunciare al divertimento.

Geppi è dotata di una comicità naturale che è ora il tasto che sfrutta maggiormente anche se nel corso della sua carriera ha dimostrato di saper toccare tutte le corde della recitazione. Dopo i primi passi nel 2000 nel laboratorio di cabaret Scaldasole inizia a far parte del laboratorio artistico di Zelig: contemporaneamente si laurea in giurisprudenza all'Università Cattolica di Milano. Nel 2002 partecipa al magazine Shorty and Spotty su Happy Channel e alla trasmissione radiofonica Pinocchio su Radio Deejay. Recita nella commedia Maionese per la regia di Paola Galassi e partecipa alla trasmissione radiofonica Scaldanight su Radio Popolare.

Nel 2003 la sua prima apparizione televisiva in Zelig Off condotto da Claudio Bisio e Michelle Hunziker, "trampolino" da cui si impone nel cabaret televisivo. Continuerà a prendere parte alla trasmissione anche nelle stagioni successive, affiancando a questa le partecipazioni fra l'altro a Comedy Lab su MTV (2004), a un video dei Sugar free, alla sit com di Canale 5 Belli Dentro, di cui è fra i protagonisti e che le vale nel 2006 il premio "Telegrolla". Nello stesso anno esordisce come scrittrice con il romanzo Meglio donna che male accompagnata e lavora nel film tv Attacco allo Stato con Raoul Bova. Da gennaio conduce il talk show Geppi Hour su Sky Show.

Biglietti sono ancora disponibili presso i consueti punti vendita: Biglietteria del Politeama Rossetti (da lunedì a sabato 8.30-12.30, 15.30-19), il Ticket Point (giorni feriali 8.30-12.30, 15.30-19) e Agenzia Pansepol (via del Monte, 2) Agenzia Bagolandia (Via San Marco, 45) e presso le agenzie di Muggia (Agenzia Peekabooh), Monfalcone (Agenzia Universal), Gorizia (Agenzia Appiani), San Vito al Tagliamento (Agenzia Medina Viaggi) e presso le Agenzie del circuito Charta presenti sul territorio nazionale (elenco sul sito del Teatro). CallTicket al numero 040-986.986.6. Informazioni su www.ilrossetti.it. e al lo 040/3593511.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!