Nei suoni dei luoghi

Stai visualizzando una notizia archiviata. Eventuali date presenti in questa pagina possono far riferimento ad anni passati. Per le notizie correnti vai all'Home Page.

In Friuli Venezia Giulia e nei Balcani l'ottava edizione del festival.
Corti medievali, piazze, giardini, antiche ville e castelli faranno da cornice alle note di più di 500 artisti.

Prenderà il via martedì 20 giugno, l'ottava edizione del Festival Musicale Internazionale Nei Suoni dei Luoghi che, grazie al numero di artisti coinvolti (più di 500 provenienti da 12 paesi) e alle aree geografiche di realizzazione, dal Friuli Venezia Giulia all'Albania attraverso Austria, Slovenia, Croazia, Bosnia Herzegovina e Serbia, rappresenta oggi un avvenimento d'indiscussa valenza culturale e di riconosciuta fama internazionale.

Anche quest'anno, i generi musicali proposti per coinvolgere al meglio il pubblico italiano e straniero, che segue con sempre maggior interesse i concerti, spazieranno dalla musica classica al jazz, dal tango al flamenco alla musica etnica. La rassegna si articolerà in circa ottanta appuntamenti ad ingresso gratuito, dal mese di giugno fino a metà settembre e vedrà impegnati - fra solisti, duo, trio, ensemble d'archi, orchestre da camera e orchestre sinfoniche - musicisti affermati a livello nazionale e internazionale affiancati da giovani talenti. Fra le date più importanti ricordiamo il Concerto per la Pace nel Mondo che si terrà il 22 luglio nell'Ara Pacis Mundi di Medea con l'Orchestra Sinfonica Internazionale Karmelòs ("internazionale" in quanto composta, nell'occasione, da elementi provenienti da tutta la Mitteleuropa e dai Balcani), il Coro dell'U.S.C.I. del FVG e quattro solisti d'eccezione scelti dai Paesi Adriatico Orientali: Zeljka Martic (Croazia) soprano, Violeta Svečkovic (Serbia) mezzosoprano, Agim Hushi (Albania) tenore e Denis Isakovic (Bosnia Herzegovina) basso, che diretti da Giampaolo Maria Bisanti eseguiranno la IX Sinfonia di Beethoven (per info sul Festival: tel. 0481-42799, www.neisuonideiluoghi.it).

La manifestazione che è diventata un importante circuito estivo per la musica colta e che ha visto nel corso degli anni un crescente interesse da parte del pubblico e delle istituzioni, è finanziata dal Programma Interreg III A Transfrontaliero Adriatico e organizzata dall'Associazione Progetto Musica di Monfalcone con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia, della Provincia di Gorizia (ente promotore), della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia e delle Province di Pordenone, Udine e Trieste con le quali sta consolidando i rapporti e di tutti i Comuni aderenti al circuito del festival, primo fra tutti il Comune di Medea (ente capofila di tutti i Comuni partecipanti al progetto). Numerosi anche i Partner nazionali ed esteri e le istituzioni estere con le quali collabora, tra cui ricordiamo il Ministero degli Affari Esteri, la CEI (l'Iniziativa Centro Europea), l'UNESCO (Commissione Nazionale Italiana), il CIDIM (Comitato Nazionale Italiano per la Musica) e le Nazioni Unite che attestano la manifestazione quale esempio di "progetto pilota e modello esemplare di cooperazione allo sviluppo".

Il ricco cartellone del Festival s'inaugurerà ufficialmente martedì 20 giugno nel parco di Villa Coronini - Cronberg a Gorizia, con l'Orchestra d'Archi Karmelòs e il maestro concertatore Alain Meunier che eseguiranno musiche di Respighi, Couperin e quattro brani per orchestra d'archi, rappresentativi dei Paesi Adriatico Orientali, partner del progetto NSDL.

La Musica, come sempre grande protagonista, quest'anno renderà in parte tributo agli anniversari di due grandi compositori: Wolfgang Amadeus Mozart e Robert Schumann.

Diversi concerti infatti, celebreranno il compositore austriaco proponendo delle esecuzioni "curiose e alternative". Segnaliamo il De Angelis Quartet il 13 agosto a Cassacco, che proporrà i temi più celebri di Mozart in versione swing - jazz così come il Quartetto di Sassofoni Accademia il 2 agosto a Staranzano. Singolare anche la trascrizione del dramma giocoso "Così fan tutte" per fiati e voci recitanti, prevista per la serata del 5 agosto a Colloredo di Monte Albano, interpretata dall'Ensemble di fiati dell'Associazione Filarmonica del FVG e la trascrizione d'epoca del Requiem di Mozart che il Quartetto Aglaia eseguirà, il 30 luglio a Fiumicello, con strumenti originali.
Un concerto mozartiano decisamente "classico" quello invece, dell'Orchestra Sinfonica del FVG diretta da Tiziano Severini, con la partecipazione straordinaria del violinista Federico Agostini che si terrà a Monfalcone il 25 giugno. Da non perdere il recital musicale - letterario "Leggendo Da Ponte. Storie di teatro, musica, amore e denti nell'autobiografia del poeta Mozart" con David Riondino e Francesco Bencivenga al pianoforte l'8 luglio a Corno di Rosazzo.

Il Quartetto di Cremona e i duo violino - pianoforte Domenico Nordio - Ferdinando Mussutto e Mauro Tortorelli - Giacomo Fuga eseguiranno splendide pagine cameristiche di Schumann.

Ma il programma darà anche ampio spazio alla musica jazz ("New Time Trio", "Fast Food Jazz", "Tricotism Trio"), tango ("TrisTango"), flamenco ("Flamenco Libre") e alle espressioni del folklore dei Balcani secondo la politica di scambi culturali che il Festival da sempre promuove con i Paesi Adriatico Orientali.

Si intensificano inoltre le collaborazioni con la Gioventù Musicale Slovena e Croata e se ne avviano di nuove con il Festival Spektrum di Lubiana, il Festival di Musica da Camera di Podsreda (Slovenia), il Festival di Portogruaro e con il Conservatorio "J. Tomadini" di Udine che darà vita a una serie di tre concerti nella Chiesa dei SS. Maria e Zenone di Corona e nella Chiesa di S. Valentino a Sagrado, dove si esibiranno giovani musicisti studenti del Conservatorio udinese.

Numerose anche le iniziative collaterali previste dai singoli comuni per arricchire ulteriormente il concerto serale valorizzando così le tradizioni locali di ogni luogo: visite guidate dei Castelli e borghi che ospiteranno i concerti (Castello di Colloredo di Monte Albano, Torate di Mels, Castello e Chiese di Caporiacco, Castello di Cassacco, Villa Deciani e alcune chiese storiche della zona, visita guidata al cortile delle Meridiane e al Museo della Civiltà Contadina del Friuli Imperiale di Ajello del Friuli ed anche al Museo della Civiltà Contadina di Farra d'Isonzo. Ed ancora la possibilità di ammirare il giardino delle rose "Rosa Mundi" a Fiumicello e la mostra di pittura di Antonio Camaur a Palazzo Locatelli di Cormòns).

Il Festival che in questi anni, grazie alla musica ha voluto promuovere e far conoscere al pubblico e ai turisti i piccoli luoghi "suggestivi" del FVG dove si svolgono i concerti, per valorizzarne al meglio le ricchezze storiche, enogastronomiche e culturali, vuole anche essere un'occasione di dialogo con i Paesi Adriatico Orientali con i quali collabora da diverso tempo. Infatti, dopo il concerto inaugurale del 20 giugno a Gorizia, l'Orchestra d'Archi Karmelòs e il maestro concertatore Alain Meunier partiranno per la prima tournée nei Balcani, "NSDL 2006 on Tour", che toccherà diverse città della Croazia, Serbia, Bosnia Herzegovina e Albania. A distanza di pochi giorni seguiranno anche le altre due tournée con il fisarmonicista Ivano Battiston e il Quartetto d'archi Bernini realizzate in collaborazione col CIDIM.

Per saperne di più: www.neisuonideiluoghi.it.

Questi i concerti che si terranno sul territorio della provincia di Trieste:

  • SGONICO - Enoteca di Sgonico
    mercoledì 26 luglio 2006, h. 21.00
    Acco Duo (Croazia)
  • DUINO AURISINA - Chiesa di San Rocco (Aurisina)
    domenica 6 agosto 2006, h. 21.00
    Ensemble "Anticameraviglia"
    dell'Associazione Filarmonica del FVG
  • MONRUPINO - Chiesa di Santa Maria Assunta
    lunedì 14 agosto 2006, h. 21.00
    Duo Pepicelli con Fabio Furia (clarinetto)

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!

+