Nozze carsiche

Stai visualizzando una notizia archiviata. Eventuali date presenti in questa pagina possono far riferimento ad anni passati. Per le notizie correnti vai all'Home Page.

Ad anni alterni nel Comune di Monrupino si tiene la rievocazione storica e tradizionale delle nozze, così come venivano celebrate nel 19° secolo. La manifestazione, molto sentita dagli abitanti di cultura slovena che abitano l'entroterra triestino, da alcuni anni è divenuta una vera e propria attrazione turistica, vuoi per gli abiti tradizionali, vuoi per il sapore che sa di antico, vuoi per il clima di festa.

La festa ha inizio il giovedì con l'addio al celibato e l'addio al nubilato: tradizione vuole che i futuri sposi debbano bere tutto d'un fiato grandi quantità del vino locale. Poi la sposa viene trasportata con un carretto a Rupingrande dove, per l'ultima volta, ballerà da nubile con quello che a giorni sarà il suo sposo.

Al venerdì il giovane innamorato dedica una serenata alla sua bella intonando, sotto la sua finestra, tipiche canzoni slovene ma la mamma di lei veglia affinché i due non si riescano ad incontrare.

Sabato, su un carretto, viene portata nella nuova casa la dote della sposa.

La domenica è il gran giorno ed il matrimonio viene celebrato, in costumi tradizionali, presso la chiesetta che si erge solitaria sulla rocca di Monrupino. Al termine della funzione (che ha validità sia religiosa che civile) gli sposini vengono accompagnati dal corteo dei convenuti dapprima alla casa e poi al locale dove si terranno i festeggiamenti.

Durante tutte le serate non mancano musica e balli nella piazza del paese.

La manifestazione è, ovviamente, a carattere gratuito.

Monrupino, che si trova proprio presso il confine sloveno, dista circa 4 Km da Villa Opicina (facilmente raggiungibile anche con i mezzi pubblici).

Quest'anno il giorno delle nozze è fissato per domenica 28 agosto.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Turismo'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!