Trieste per la danza: Tanja Skok

Stai visualizzando una notizia archiviata. Eventuali date presenti in questa pagina possono far riferimento ad anni passati. Per le notizie correnti vai all'Home Page.

"Mercoledì 23 maggio va in scena alla Sala Bartoli il secondo appuntamento con la rassegna Trieste per la danza 2007 - danza & dintorni contemporanei che ArteffettoDanza organizza assieme al Teatro Stabile regionale: ne è protagonista la coreografa e danzatrice slovena Tanja Skok, con un affascinante balletto intitolato Bassa Continua e ispirato all'affresco di una danza macabra ancora visibile in Istria."

È un appuntamento da non mancare, per gli appassionati di danza, quello con la danzatrice e coreografa slovena Tanja Skok che - nell'ambito di Trieste per la danza - danza & dintorni contemporanei - mercoledì 23 e giovedì 24 maggio propone alla Sala Bartoli del Politeama Rossetti un programma assolutamente interessante.

Lo spettacolo - che andrà in scena sempre alle ore 21 - si intitola Bassa Continua ed è strettamente legato alle radici culturali di questa zona: si ispira infatti all'affresco della "danza macabra" dipinto da Johannes di Kastau nel 1498 nella chiesetta di Hrastovlje, nell'Istria slovena e tuttora perfettamente conservato e visibile.

Il titolo della coreografia, evoca la "Bassadanza", una danza di corte d'epoca rinascimentale, ballata soprattutto dal XV secolo agli inizi del XVI. La sua origine viene individuata e testimoniata in numerosi manoscritti provenienti dall'Italia, dalla Burgundia, dai Paesi Bassi e dall'Inghilterra. Uno dei primi documenti scritti nei quali si cita la "Bassadanza" è il poema spagnolo La danza de la muerte nel quale un re rifiuta l'invito a danzare con la Morte. L'aspetto più caratteristico di questa danza è dato dalla forma libera. La danza non segue uno schema specifico e ripetitivo ma offre un preciso vocabolario di movimenti che è stato usato in coreografie per due, tre o quattro persone. Il Maestro Cornazano, attivo nel XV secolo, la definì "regina dei balli", per la maestosità e la lentezza dei movimenti.

Tanja Skok ha armonizzato l'evocazione di questo passato e le suggestioni che le ha regalato l'affresco conservato nell'incantata chiesetta di Hrastovlje «Ho cercato dentro l'affresco - spiega la coreografa - i simboli e i messaggi che sono sopravvissuti al passare del tempo. Il significato riesce ancora a toccarci a livelli molto diversi. Così come l'affresco continua a raccontarsi attraverso i tempi, la BASSAdanza dal passato CONTINUA...»

Bassa Continua è stato prodotto dal Plesni Teater di Ljubljana nel 2005 (Katja Somrak) su coreografie di Tanja Skok (che ne è anche interprete assieme a Zak Valenta), e sulle musiche di Dario Marusic. Il light design è a cura della Perpetuum Mobile ed il set design è invece firmato da Lara Badurina ed i costumi sono creazioni di Marta Vrhovec.

Corrado Canulli, direttore artistico di ArteffettoDanza e della rassegna, sottolinea l'originalità di questo progetto firmato da una danzatrice di grande creatività ed ottimo livello com'è Tanja Skok: «Bassa continua parte dalla danza barocca ed arriva ad una ricetta per marinare il pesce: appena rappresentato al "Moving cake" di Ljubljana, piattaforma della danza slovena, questa pièce - anticipa Canulli - sarà preceduta da una improvvisazione che si svolgerà sulla piazzetta antistante il teatro».

Realizzata dalla Compagnia ArteffettoDanza con la collaborazione del Teatro Stabile del Friuli-Venezia Giulia la rassegna propone dunque un nuovo appuntamento di pregio con la "nuova danza" italiana e internazionale.

Per festeggiare il quinto anno della rassegna e per arricchire ulteriormente la proposta al pubblico, ArteffettoDanza ha organizzato l'installazione nel foyer di pianterreno del Politeama Rossetti di una mostra fotografica di immagini legate al mondo della danza e scattate dall'artista triestino Fulvio Rubesa.

Intitolata Aequilibrium, la mostra che è stata esposta a Londra al centro coreografico The Place e al The Camera Club e nel marzo-aprile 2007 al Julia Margaret Cameron Museum sull'Isola di Wight, sarà a ingresso libero, aperta in orario di biglietteria e a partire da un'ora prima dell'inizio degli spettacoli.

Sabato 26 maggio sarà la volta di due coreografie Crush (per quattro danzatori) e Before (per una coppia di danzatori), entrambe firmate dall'eccellente ballerino e coreografo anglo-spagnolo Thomas Noone, che lo scorso anno è stato già molto applaudito alla Sala Bartoli e forte di questo successo torna ospite della rassegna.

Per il Festival Trieste per la danza 2007 - danza & dintorni contemporanei alla Sala Bartoli i biglietti sono singolarmente in vendita al prezzo di €15 (Interi) con una riduzione per gli abbonati dello Stabile regionale e gli Under 25 a € 12. Biglietti sono disponibili presso i consueti punti vendita dello Stabile regionale: Biglietteria del Politeama Rossetti (da lunedì a sabato 8.30-12.30, 15.30-19), il Ticket Point (giorni feriali 8.30-12.30, 15.30-19) e Agenzia Pansepol (via del Monte, 2) Agenzia Bagolandia (Via San Marco, 45) e presso le agenzie di Muggia (Agenzia Peekabooh), Monfalcone (Agenzia Universal), Gorizia (Agenzia Appiani), San Vito al Tagliamento (Agenzia Medina Viaggi) e presso le Agenzie del circuito Charta presenti sul territorio nazionale (elenco sul sito del Teatro). CallTicket al numero 040-986.986.6. Informazioni su www.ilrossetti.it. e al lo 040/3593511.

Lo spettacolo fa parte della rassegna Trieste per la danza 2007. Dettagli.

Tutti gli eventi e comunicati della sezione 'Spettacoli'.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!