Itinerari

Una serie di itinerari imperdibili suggeriti da Trieste.Com. Dal sentiero Rilke alle vie del centro, dai luoghi di culto ai caffè storici. Per scoprire (o riscoprire) la nostra bella città.

Una bussola

Itinerari naturalistici

  • Duino e il sentiero Rilke
    Il sentiero a picco sul mare che congiunge Sistiana a Duino, una delle passeggiate più belle e suggestive.

  • La Val Rosandra
    Un'escursione non particolarmente pericolosa o impegnativa della durata di circa 3 ore nella Riserva naturale della Val Rosandra, di straordinario interesse faunistico e morfologico.

  • L'anello di Monte Calvo
    Una passeggiata di due ore, inizialmente soleggiata e riparata dal vento, in piano, che poi prosegue in leggera salita all'interno del bosco, per tornare infine al punto di partenza.

  • Il monte Stena (Griza)
    La meta è un'altura quasi priva di vegetazione, particolare esempio di landa carsica, da cui si gode uno stupendo panorama sulla Val Rosandra e che ha la particolarità di essere sempre sferzata da vento fortissimo.

  • Alta Via del Carso (segnavia n°3)
    L'Alta via del carso, completamente immersa nella natura, è lunga ben 55 km, ma si può suddividere il cammino in più tappe, La stagione migliore è quella autunnale, per gli splendidi colori che offre alla vista.

  • La Traversata Mediterranea
    Una tranquilla passeggiata turistica, che ragala scorci indimenticabili della città e del golfo; lunga in tutto 30 km, può essere suddivisa in più tappe ed è adatta anche alla percorrenza in mountain bike.

  • Il sentiero Josef Ressel
    Il sentiero intitolato a Josef Ressel, forestale ed inventore, si sviluppa per 4 km all'interno di boschi pianeggiamti e offre aree attrezzare con pachine. È stato progettato dai forestali in particolare per i non vedenti e offre informazioni vocali in varie postazioni.

Itinerari architettonici

  • A spasso per le vie del centro
    Un itinerario alla scoperta dei più bei palazzi e vie di Trieste, partendo dal centro, Piazza dell'Unità d'Italia (detta dai triestini semplicemente Piazza Unità)

  • Luoghi di culto non cattolici
    Come centro cosmopolita, Trieste ospita luoghi di culto di diverse religioni, molti dei quali sono di grande interesse artistico.

  • L'urbe tergestina: il colle di San Giusto
    Quella fin sul colle è una passeggiata un po' faticosa, dati i molti scalini, ma la visita alla sommità ne vale la pena. Scendendo dalla ripida e pittoresca via della cattedrale si può proseguire fino a giungere al teatro romano in ottimo stato di conservazione.

  • Muggia
    Una pittoresca cittadina, che sembra più veneziana che triestina, raggiungibile anche col battello di linea.

  • La città delle Assicurazioni
    I capolavori, architettonici ed artistici in cui hanno sede le storiche assicurazioni triestine.

  • Itinerario Asburgico
    Un itinerario che parte dalla stazione e tocca vie e piazze caratterizzate da un'atmosfera mitteleuropea.

Altri itinerari

  • Caffè storici
    Locali dal fascino retrò, vestigia di un passato cittadino di indubbio aroma mitteleuropeo, indissolubilmente legati alla letteratura.

  • Sulle orme del popolo di Israele
    Trieste conserva molte tracce della presenza ebraica nei secoli: palazzi, la Sinagoga, il museo ebraico e il cimitero.

  • La Napoleonica e il Tempio Mariano di Monte Grisa.
    La strada napoleanica parte dall'Obelisco nel paese di Opicina (raggiungibile con lo storico tram) e offre uno stupendo panormama sul golfo e sulla città di Trieste. Vari sono i punti da ammirare lungo la passeggiata, che alla fine ritorna al punto di partenza.

  • Il "Tram de Opcina"
    Un giro sul vecchissimo tram di Opicina è da non perdere, una chicca per i turisti e un ritorno al passato per i residenti. Al capolinea, una passeggiata sulla "napoleonica" per qualche momento di relax in mezzo alla natura.

  • Sconfinando
    Nelle vicine Croazia e Slovenia si possono fare gite, anche di una giornata per visitare rtotte, borghi antichim casetlli e le pulitissime spiagge.

  • Signori, in carrozza!
    Le storiche stazioni, ormai poco usate o del tutto in disuso, si possono ancora visitare.

Hai trovato utile questa pagina? Condividila!